Dinamo Sassari in finale: il post partita dalla sala stampa

Coach Gianmarco Pozzecco al termine della gara3 ha commentato visibilmente emozionato l’approdo alla seconda storica finale biancoblu:”Oggi sono particolarmente provato ma clamorosamente felice. Sono nella pallacanestro da quando avevo quattro anni, ho vissuto la mia infanzia nelle palestre, ho visto tutte le partite possibili ma non ho mai visto una cosa del genere. Non dico che non sia mai esistita perché non ho visto tutto ma io in 42 anni non ho mai visto una squadra del genere. Mai. Forse neanche di simile. Ribadisco siamo riusciti a scrivere una pagina della storia di questo sport proprio perché abbiamo giocato contro Milano e proprio perché Milano ha giocato quasi come noi. Una cosa del genere la puoi vivere solo in determinati posti, non è possibile viverla da altre parti se non in un posto simile a questo." E continua:"E’ tutto surreale, non dovrei farlo, questi ragazzi mi regalano queste gioie. Avevo dichiarato che non saremmo partiti sfavoriti ma almeno alla pari, non avrei firmato l’uno a uno ma non immaginavo il tre a zero. Questa terza partita sapevo che sarebbe stata terrificante, un dispendio di energie incredibile, avrei voluto dar loro una mano. Non ho idea di come riescano a tirar fuori le energie". Conclude con un i complimenti:"Faccio i complimenti a Milano ha giocato una serie intensissima, è una squadra di dodici leoni e uomini veri. Devo ringraziare Stefano Sardara che mi ha portato qua per vivere queste emozioni ma anche tutti quelli che ci stanno intorno quotidianamente. Non abbiamo vinto niente ma questa è una cosa epica che rimarrà nella storia al di là di come andrà la finale". E una concessione meritata alla squadra:"Spero che i miei ragazzi tornino a casa non prima delle otto di domattina e vadano a divertirsi, se lo meritano”.

Simone Pianigiani:”Complimenti a Sassari prima di tutto, ha giocato e sta giocando molto bene con grande spirito e grande qualità. Credo sia doveroso ringraziare sia il presidente Proli che il signor Armani per come ci hanno permesso di lavorare durante una stagione per noi logorante, non siamo mai stati la squadra che avevamo pensato in estate e nonostante questo abbiamo combattuto. Siamo arrivati a giocare qui con molti problemi, abbiamo trovato la squadra più in forma e ciò nonostante abbiamo portato fino all’overtime le ultime due gare. Nel supplementare si è vista la differenza di condizione e di roster, i lunghi fuori per cinque falli ci hanno penalizzato, i dettagli hanno portato la vittoria da un’altra parte. Degli arbitri non parlo perché non voglio essere squalificato”.

Jack Cooley:”I numeri parlano da soli ma credo abbiate visto tutti le incredibili prestazioni di Smith e Pierre, l’abbiamo portata a casa e ora ci prepariamo a disputare la finale. A questo punto non mi interessa chi incontreremo, forse Venezia perché l’abbiamo incontrata più volte in stagione. Questa è sicuramente la miglior squadra con cui ho giocato in Europa, in questo stato di grazia come siamo possiamo per davvero vincere contro chiunque, abbiamo vinto con Milano 3-0, non penso ci sia altro da aggiungere. Siamo felici e orgogliosi per ciò che abbiamo fatto, ci vogliamo bene e questa è la chiave del nostro successo"

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo