Elezioni comunali a Sassari. Andria incontra l'Intergremio

Fede, passione, storia. In una parola, Candelieri. L’anima di Sassari. Un’anima da preservare, valorizzare e coccolare innalzandola a testimonianza della Sassari di ieri, di oggi e del domani, trasformando i luoghi della Faradda, da piazza Castello fino a piazza Santa Maria, in un museo a cielo aperto, vivo e vibrante tutto l’anno per raccontare ai visitatori come e perché una festa di fede e di popolo sia stata dichiarata Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’Unesco. Di questo ha discusso il candidato sindaco, Mariolino Andria, visitando la sede dell’Intergremio e parlando con i Gremianti. La Faradda è un punto fermo del programma di governo del centrodestra, con la nascita della Casa dei Candelieri nell’ex Turritania, piazza Castello da trasformare nella piazza dei Candelieri, una sede adeguata per ogni Gremio, e l’istituzione di una Commissione consiliare speciale che, con la partecipazione dell’Intergremio, si occupi per tutto l’anno dell’organizzazione della Faradda e di tutte le attività che, con i Gremi protagonisti, alimentano la Festha Manna dei sassaresi.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo