Guerra al falso: migliaia di etichette e centinaia di capi sequestrati dalla Guardia di Finanza

I Baschi Verdi della 2^ Compagnia di Cagliari, nell’ambito del quotidiano e costante controllo economico del territorio, nel corso di una perlustrazione sotto i portici della centrale via Roma, hanno individuato un gruppo di soggetti extracomunitari intenti alla vendita di articoli contraffatti che, alla vista dei militari, cercavano di darsi alla fuga, portandosi al seguito la merce.
I Finanzieri si adoperavano per inseguire gli ambulanti, i quali, raggiunti, opponevano resistenza fisica alle operazioni di identificazione ed al sequestro degli articoli falsi.
Ne nasceva una veloce colluttazione all'esito della quale, due dei tre soggetti fermati sono stati arrestati per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali (due dei militari operanti hanno riportato vari traumi contusivi e lievi escoriazioni, guaribili rispettivamente in 7 e 8 giorni).
Uno degli arrestati, inoltre, si è reso responsabile del reato di danneggiamento per avere distrutto alcuni beni di proprietà di un ristorante ubicato nelle vicinanze, nel concitato tentativo di fuga.
Per tutti e 3 sono scattate le denunce per gli specifici reati di commercio di articoli contraffatti rinvenuti tra quelli posti in vendita.
Il prosieguo delle attività operative ha condotto all'esecuzione di perquisizioni domiciliari presso le abitazioni dei soggetti, tutti residenti a Cagliari.
All’interno di uno degli appartamenti ispezionati, sono stati individuati e sottoposti a sequestro penale ulteriori capi di abbigliamento e accessori contraffatti, nonché numerosissime etichette realizzate con materiali vari (stoffa, metallo, pelle e adesive) pronte per essere assemblate agli articoli cosiddetti neutri (privi di marchi), una macchina per cucire e altri strumenti e beni di consumo da cucito.
Complessivamente sono stati sottoposti a sequestro penale 295 articoli tra accessori e capi di abbigliamento riconducibili a note case produttrici (Nike, Hogan, Colmar, Moncler e Gucci) e 15.910 etichette pronte per essere assemblate.
L'intervento si inserisce nel più ampio Dispositivo Permanente di Presidio del Territorio voluto dal Comando Provinciale Cagliari per il contrasto ai traffici illeciti, con particolare riguardo alla contraffazione e all’abusivismo commerciale organizzato.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo