"Shardana Rally 2019": prove impegnative per piloti veri!

Andrea Baldinu
Andrea Baldinu
Trentasette chilometri da vivere sotto la pressione dei cronometri. Trentasette chilometri che possono sembrare pochi ma che in realtà sono sufficienti per mettere in difficoltà anche i piloti più scafati: sono queste alcune delle caratteristiche principali delle due speciali che gli organizzatori hanno individuato per lo Shardana Rally 2019: due stage che potranno essere influenti per la classifica a causa delle loro opposte caratteristiche: una più veloce e un’altra più tecnica; ed il meteo, a fare da terzo incomodo, potrà metterci lo zampino: il caldo torrido o un improvviso ed inaspettato temporale estivo potranno condizionare l’aderenza di asfalti già di per sé insidiosi.

Percorso - Dopo l’apertura delle iscrizioni è dunque il tracciato a far parlare della corsa che quest’anno, alla seconda edizione, è pronta ad attrarre pure  i concorrenti della regolarità sport. Se anche lo shakedown di Viddalba preparerà i concorrenti alla corsa, sono proprio quei trentasette chilometri che si percorreranno nella giornata di domenica 30 giugno a tenere tutti sull’attenti. Eccone i dettagli:

Ps1-3-5 Anglona (km 6,98)

Si corre dalle ore 9.00, dalle 12.03 e dalle 14.42 sulla speciale più lunga della gara, quella che sfiora i sette chilometri. Parte e si sviluppa tutta nel territorio di Santa Maria Coghinas; lo start è situato  proprio in prossimità della piazza dove verrà anche allestito un ristoro; le prime curve si affrontano tra le case lasciando via via il paese mentre si imbocca una salita veloce. Si susseguono alcuni tornantoni ampi da fare puliti, intervallati da rettilinei.  Sale la pendenza ma il fondo è regolare e liscio. Si scollina con un lungo destra che immette nella prima vera discesa che si presenta molto veloce e che impone di seguire bene le traiettorie; una volta ritornati in pianura la carreggiata si stringe di poco e qualche “taglia” obbligato andrà certamente a sporcare la sede stradale. Il tracciato risale a sinistra e riprende un saliscendi collinare molto veloce; dopo il passaggio tra due case si ritorna a scendere con carreggiata ampia che, nonostante alcuni cambi di asfalto, presenta un fondo sempre regolare; all'ennesimo bivio si scende a destra per rituffarsi tra prati e arbusti verso il fine prova. È una speciale molto veloce in cui la differenza la può fare il coraggio dei piloti e le doti delle vetture intese come assetti e motori: per la tipologia di strada saranno le vetture S1600 le favorite per questo tratto.

Ps2-4-6 Costa Rossa (km 5,60)

I tre passaggi previsti su questa prova scatteranno alle 10.07, alle 12.46 e alle 15.25. Difficilmente si trova una location migliore per iniziare a “metter le marce”: la partenza è collocata in fondo al lungo mare di Li Junchi, celebre spiaggia nel territorio di Badesi; si entra nell’area situata in fondo alla strada dove per il pubblico non mancheranno aree attrezzate per assistere comodamente alla prova e chioschi ristoratori! Si imbocca, dopo un'inversione, una strada in cemento delimitata da staccionate che abbandona il mare; inizia così una salita ricca di curve e controcurve pronte a trarre in inganno; un tratto veloce fa poi prendere una sinistra al primo bivio e subito dopo, una destra in prossimità di uno stop; passate un paio di curve tonde si possono innestare in sequenza un po’ di marce alte giacché si imbocca un’altra  discesa; subito dopo una sinistra insidiosa si torna a salire con un’altra curva sinistra dove è quasi d’obbligo l’utilizzo del freno a mano; lì la carreggiata si restringe di molto e si alternano numerosi saliscendi; il fondo è tortuoso e sporco: si scivola facilmente. Si succede qualche piccolo allungo interrotto da curve che chiudono fino ad incontrare un'immissione che porta in dote un asfalto chiaro, più omogeneo ed una carreggiata più larga e adatta alle traiettorie. Si arriva alle prime case dove è fissato uno stop e dove i concorrenti dovranno effettuare un’inversione sinistra sicuramente spettacolare che immette su una statale con curve in appoggio. Quest’ultima parte è decisamente più veloce con curve ampie da S1600. Subito dopo una “sinistra su ponte” termina la prova.

Incentivi ed iscrizioni-
Per poter aderire alla corsa – le cui principali informazioni sono inserite nel sito di gara www.shardanarally.com , i concorrenti interessati potranno inviare le iscrizioni dal giorno 29 maggio fino al 21 giugno prossimi. Al fine di incentivare le partecipazioni, gli organizzatori hanno previsto parecchie agevolazioni sui trasporti per chi arriva dalla penisola:  varie sono infatti le convenzioni con Grimaldi Lines, Moby e Tirrenia per usufruire di tariffe speciali su traghetti e navi. Per informazioni il contatto è il seguente shardanamotorsport@gmail.com.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Andrea Baldinu
  • Gigi Fadda
  • Francesco Morittu