Pesca sportiva, a Porto Torres i Campionati europei di canna da riva

Per quattro giorni Porto Torres diventerà la capitale europea della pesca sportiva. Sessanta atleti di cinque nazioni europee e numerosi appassionati della disciplina legata al mare arriveranno per l’occasione in città. Alla manifestazione, in programma dal 18 al 21 giugno, saranno presenti le nazionali di Italia con due squadre, la Spagna con tre squadre, la Francia con una squadra, il Portogallo con tre squadre e Malta con una squadra. La tredicesima edizione del Campionato europeo di Canna da riva è stata presentata questa mattina nella sala conferenze del Palazzo del Marchese.

Martedì 18 giugno, alle ore 17:30, si terrà la cerimonia di apertura. Le squadre sfileranno, partendo da Piazza Colombo, lungo il Corso Vittorio Emanuele fino ad arrivare in Piazza Umberto I. Saranno accompagnate dal Corpo bandistico “Luigi Canepa” che eseguirà dal vivo gli inni nazionali. Il 19 si svolgeranno le prove ufficiali, mentre le mattinate del 20 e 21 giugno saranno dedicate alle gare nel bacino della diga foranea. «Porto Torres è orgogliosa di ospitare un evento internazionale dedicato ai professionisti della pesca sportiva. I miei complimenti vanno all'Associazione Aps Maestrale, motore di quest'iniziativa – ha sottolineato l’Assessora allo Sport, Mara Rassu – che in collaborazione con altre realtà del territorio è impegnata da tempo nella definizione dei dettagli. I partecipanti apprezzeranno la bellezza del nostro Golfo dell'Asinara e tutte le meraviglie monumentali, storiche, archeologiche e naturalistiche che potranno ammirare durante la loro permanenza in città. Alla Fipsas va il ringraziamento per aver scelto Porto Torres come sede dei Campionati europei. È un evento che si potrà realizzare nel campo gara della diga foranea grazie alla sinergia tra gli organizzatori, l’Amministrazione comunale, la Capitaneria di porto, la Port authority e la società Ep». In città arriveranno circa sessanta atleti di sei nazioni europee e numerosi appassionati della disciplina. Il campo gara non sarà accessibile al pubblico, ma da domenica a martedì gli atleti si alleneranno presso la banchina Alti fondali del porto commerciale, in uno spazio aperto a tutti. Il pesce pescato verrà sottoposto a pesatura e subito liberato nelle acque di Porto Torres. «I campionati europei erano ambiti da realtà importanti come Genova, Napoli e La Spezia, ma siamo riusciti a portarli nel nostro territorio. Si tratta di una enorme soddisfazione. A undici anni di distanza dalla prova del campionato italiano, il bacino della diga foranea ospiterà una nuova competizione, stavolta continentale, di pesca sportiva», hanno affermato il responsabile della Aps Maestrale, Gigi Fiorentino, e il delegato Fipsas per la provincia di Sassari, Ferdinando Solinas. Alla realizzazione dell’evento collaborano anche Poseidon Alghero e Fishing Club Sassari Muros. La manifestazione è patrocinata da Coni, Fipsas, Cips, Fipsm, Comuni di Porto Torres, Alghero, Muros e Regione Sardegna.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo