“Festa della Musica" alla Biblioteca Universitaria di Sassari

La Biblioteca universitaria di Sassari, in occasione della Festa della Musica venerdì 21 giugno 2019, alle ore 18, ospita la presentazione del libro Fabrizio De André e l’isola paradiso. A cura di Giovanni Gelsomino.
A vent’anni dalla scomparsa del cantautore, la Biblioteca gli rende omaggio con la presentazione di un libro dedicato al suo legame con la Sardegna e con l’esecuzione delle sue canzoni.
Fabrizio De André trascorse gli ultimi ventiquattro anni della sua vita in Sardegna. Il libro curato da Giovanni Gelsomino rappresenta un doveroso omaggio all'uomo Fabrizio De André. Doveroso in quanto lui si dichiarava gallurese, terra che non ha voluto abbandonare neppure dopo il sequestro che lo ha coinvolto insieme alla moglie Dori Ghezzi. Doveroso perché di De André e la Gallura poco si è parlato, come pure dei suoi amici, del rapporto che lui aveva con questa terra che lo ha praticamente rigenerato, restituendogli quegli stimoli decisivi per ritrovare quella vena poetica che negli ultimi anni, prima del suo arrivo in Sardegna, sembrava averlo abbandonato.
Il libro ricco di foto in parte inedite e di testimonianze scritte direttamente dai protagonisti, ripercorre alcune delle tappe fondamentali della sua permanenza in Gallura. Un Faber quotidiano raccontato da amici che ne hanno condiviso il percorso, prima ancora umano che artistico. Persone che lo hanno conosciuto e dalle quali lui si è fatto conoscere. Si racconta la storia del “Contadino pieno di sogni”, il suo rapporto con la gente comune, le sue curiosità, la sua amicizia col prete che battezza la figlia e la richiesta di grazia per i suoi rapitori.
Interviene l’autore Giovanni Gelsomino. Accompagnamento musicale del duo Elias Vacca e Liandru.
Il MiBAC, insieme all'Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica, con il contributo della SIAE e in collaborazione con soggetti pubblici e privati, anche quest'anno promuove e patrocina la "Festa della Musica".  
“La Festa della Musica parla all'Italia intera, sempre di più. Fare musica oltre i luoghi canonici e previsti aiuta a sostenere la cultura come collante sociale. Uno strumento di democrazia a garanzia dei diritti fondamentali dei cittadini, dell’uguaglianza, dell’equità sociale e della libertà. Ecco perché il tema dell’edizione 2019 è “Musica fuori centro”, ossia espansa, senza soluzione di continuità, dalla città alla periferia; diffusa, in modo capillare, in tutto il Paese.” Così il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo