PUBBLIREDAZIONALE

Criptovalute e Bitcoin in crescita nel 2019: è fine della crisi?

I bitcoin sono le monete virtuali più famose al mondo, create da Satoshi Nakamoto nel 2009, e al momento esistono nel mercato per un valore di oltre 2 miliardi di dollari. Non è ancora nota la vera identità del creatore dei bitcoin, in quanto è scomparso nel 2010, subito dopo aver lanciato il software. Si pensa che il suo nome d’arte richiami concetti come la creazione e l’intelligenza, condizioni necessarie per la creazione della moneta. Non possedendo un corpo fisico, i bitcoin non vengono accettati in tutti i paesi del mondo. Al momento sono ancora pochi i luoghi in cui vengono utilizzati come metodo di pagamento.
Secondo criptovalute24, i bitcoin possono essere fonte di scambio ma tutto avviene attraverso delle specifiche piattaforme online. Vengono archiviati in appositi database, accessibili solo mediante username e password personali. Da qui è possibile svolgere qualunque acquisto online. Inoltre, non sono soggetti a contraffazione e il motivo è molto semplice. E’ molto difficile creare un bitcoin, in quanto richiede tempo e software molto potenti. La falsificazione diventa, quindi, praticamente impossibile. Non vengono gestiti dalle banche, per cui ogni transazione viene effettuata solo ed esclusivamente tramite la rete (la cosiddetta blockchain), in forma completamente anonima, ed è più che sicura. Tutte le transazioni vengono registrate, per cui ne viene mantenuta la memoria.
In questi ultimi dieci anni, questa moneta è stata oggetto di speculazione e il suo andamento non è mai stato costante. Al contrario, ha avuto un andamento molto altalenante, creando ricchezza a coloro che hanno creduto in lei quando ancora era una sconosciuta. Essendo virtuali non possono essere influenzate dalle banche. Grazie al loro andamento altalenante, in genere, i possessori dei bitcoin preferiscono tenerli all’intero del loro database, senza dunque spenderli, nella speranza che il loro valore aumenti nel tempo. Chi all’inizio ha saputo aspettare ora si trova con una fortuna senza eguali.
Quale prospettiva presenta il bitcoin nel 2019?
L’andamento del marcato delle criptovalute e, in particolare, dei bitcoin per il 2019 si prospetta più che positivo. I grafici parlano chiaro e la curva che rappresenta la moneta virtuale tende a crescere sempre di più.
Dopo il periodo nero che ha investito il mercato dei bitcoin al’inizio dell’anno, il 2019 ha assistito ad un’impennata del valore della moneta in sole 24 ore, nella quale ha raggiunto il 20% in più rispetto al valore che possedeva a novembre 2018, rimanendo però sotto il valore che possedeva nel 2017. Il 2017 è stato un anno importante per la moneta, in quanto nel secondo semestre si è assistito ad una crescita esponenziale del suo valore, raggiungendo un picco massimo mai visto prima. Già all’inizio del 2018, però, il valore del bitcoin ha iniziato a decrescere, mantenendosi basso fino all’inizio del 2019. Al momento il valore è in crescita e le previsioni sono molto positive. Il bitcoin, però, non viaggia da solo. Tutte le altre monete virtuali create post bitcoin risentono molto del suo andamento e un aumento del valore influenza in modo positivo anche tutte le altre.
Tuttavia, le previsioni per la restante parte del 2019 promettono molto bene. Chi ha creduto ed investito nei bitcoin negli scorsi anni, quando ancora era un concetto di livello primordiale, oggi si trova in mano una fortuna senza precedenti, nonché un bel gruzzoletto di denaro. Si prevede, in media, un innalzamento del valore del 60% circa, e si potrebbe assistere ad un picco massimo del valore fino a +91% nel mese di settembre. Anche agosto e ottobre sembrano non scherzare. In quei mesi si prevede rispettivamente un +71% e un +73%.
Un andamento positivo potrebbe essere previsto anche per gli anni successivi, e per questo motivo il 2020, e probabilmente anche il 2021, potrebbero assistere ad una crescita del valore della moneta virtuale. Ovviamente queste sono solo previsioni e non è possibile conoscere in anteprima e con esattezza matematica i reali movimenti del mercato. Con l’innalzamento del valore del bitcoin non si può definire con certezza la fine della crisi, ma sicuramente, per il momento, possiamo gioire e sperare che le previsioni per i prossimi anni si avverino.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo