M5S:“Il Rally mondiale deve restare ad Alghero". No a manovre politiche

Non si sono ancora spenti gli eco dei motori del Rally Italia Sardegna 2019, che già l'edizione 2020 è al centro dei discorsi della stampa locale e regionale. Purtroppo, non per una buona notizia per Alghero. Pare infatti che l'unica gara del World Rally Championship che si corre in Italia, potrebbe trasferirsi da Alghero ad Olbia.
Non c'è ancora niente di certo (l'unica notizia certa è che per i prossimi tre anni la gara resterà nell'Isola), ma pare che il vento politico soffi forte verso la Gallura. E la discussione, da “sportiva”, è diventata subito “politica”.

“Vediamo se, anche a questo giro, considerato il ruolo chiave di un rappresentante del territorio in Regione, Alghero e il Nord Ovest vengono ancora una volta bistrattati”, esordiscono i consiglieri comunali del Movimento 5 stelle Roberto Ferrara e Graziano Porcu. “A pochi giorni dalla sua elezione è arrivata l'occasione per il neoeletto Sindaco Mario Conoci per far vedere il suo peso a Cagliari, magari avvalendosi dell'unico Consigliere Regionale eletto nel nostro comune" dichiarano i consiglieri comunali del Movimento 5 stelle Roberto Ferrara e Graziano Porcu
"Ci aspettiamo una reazione forte e determinata per difende la nostra città, che dimostri come si difendono i diritti della propria comunità, senza accucciarsi agli ordini di partito, concludono i due consiglieri pentastellati".
Come già accennato, non vi è nulla di ufficiale e la notizia, in realtà, arriva dal nord-est della Sardegna. Staremo a vedere, si spera attivamente, facendo la sola considerazione, al momento, che la sopravvivenza del Rally in Sardegna si è avuta solo grazie al risolutivo intervento dell'ACI di Sassari, della Regione Sardegna, del Comune di Alghero e del territorio che hanno potuto garantire gli standard ottimali per mantenere la prestigiosa manifestazione nella nostra Isola.
Sarebbe un gravissmo atto togliere ora l'organizzazione a chi ha così bene saputo operare. Se altri vorranno fare una nuova manifestazione ben vengano, ma senza avviare guerre fratricide, e men che meno sulla base di tanto presunti quanto indebiti diktat politici.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo