La Guardia di Finanza celebra il 245° anniversario dalla sua fondazione

La Guardia di Finanza compie 245 anni.
In Sardegna le celebrazioni hanno preso il via quando il Comandante Regionale, Gen. B. Gioacchino Angeloni e il Presidente dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia (ANFI) - Sezione di Cagliari, hanno deposto una corona di alloro al Monumento ai Caduti presso la caserma “Efisio Satta” di Viale Diaz a Cagliari.
Sono quindi proseguite con la cerimonia militare, svoltasi nella suggestiva cornice del Molo “Ichnusa” alla quale hanno preso parte le Autorità civili, militari e religiose del territorio sardo.
Dopo la lettura del Messaggio del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del giorno Speciale del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Zafarana, ha preso la parola il Comandante Regionale Sardegna che, dopo aver ringraziato gli intervenuti per la partecipazione all’evento, ha tracciato un bilancio dell’attività svolta dal Corpo nell’ultimo anno, con particolare riferimento al contrasto degli illeciti nel settore della tutela della spesa pubblica, della criminalità organizzata ed economico-finanziaria oltre che la lotta all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali a protezione e a tutela dei cittadini onesti e degli operatori rispettosi delle regole.
A seguire, sono state consegnate le ricompense individuali per atti di eccezionale coraggio e di ordine morale per lodevole comportamento e particolare rendimento in servizio posti in essere da finanzieri in forza nei reparti dell’Isola.
Al termine della cerimonia, sulle note dell’inno nazionale magistralmente eseguito dalla Banda Musicale della Brigata Sassari, è stato ammainato il tricolore presente sul molo e sulle imbarcazioni del Corpo – il Pattugliatore Veloce classe “Di Bartolo” “Oltramonti” e il Guardacoste classe “Buratti” “Casotti” - ivi ormeggiate, salutato dal passaggio degli
Guardia di Finanza elicotteri Augusta Westland 139 della Sezione Aerea di Elmas di recente assegnazione per il pattugliamento delle coste.
La cerimonia si è conclusa con gli onori finali e l’esecuzione del celebre inno “Dimonios” della Brigata Sassari.
Gli ospiti hanno quindi avuto la possibilità di visitare le unità navali e la mostra statica allestita per l’occasione, impreziosita dalla presenza di un automezzo denominato Veicolo di Comunicazione Istituzionale, equipaggiato per le esigenze divulgative e promozionali del Corpo.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo