Primo colpo del Sassari calcio Latte Dolce: preso l'attaccante Daniele Molino

Daniele Molino
Daniele Molino
Su un telaio già infarcito di preziose riconferme il Sassari calcio Latte Dolce piazza il primo grande innesto e regala a mister Stefano Udassi una preziosa soluzione d'attacco, duttile ed efficace che corrisponde al nome di Daniele Molino. Originario di Ovilò, Tempio (serie D) e Torres (C2) sono le esperienze trampolino che lo proiettano alla ribalta del professionismo. Gioca a Cesena, Sorrento, Alghero, Tavolara, Savona, Casale, Olbia Nuorese, Como e Sanremese. Partendo dalla Gallurta Daniele Molino evolve il suo modo di giocare assecondando il suo istinto d'attacco, trasformandosi in un centrocampista capace di attaccare e segnare, con note da trequartista e potenzialità da attaccante puro. Arriva a Sassari entusiasta dopo l'esperienza di Sanremo con 82 reti in curriculum segnate fra la Sardegna e la penisola. Centrocampista esterno con spiccata licenza d'offendere, nato a Olbia il 15 gennaio del 1987, è la settima pedina dello scacchiere biancoceleste 2019-'20. Stay tuned.

Daniele Molino, centrocampista offensivo/attaccante del Sassari calcio Latte Dolce: "Ho scelto il Sassari calcio Latte Dolce perché c’é un bel progetto. La società e lo staff sono composta da persone competenti che hanno voglia di fare grandi cose. Ho seguito la squadra fra stagione regolar ee playoff lo scorso campionato, penso che sia stato fatto un grande lavoro. In vista di questa nuova avventura cercherò ovviamente di dare il mio massimo, mettendomi a disposizione di staff e compagni, della squadra. Conosco il mister e ho avuto modo di parlare con lui già qualche anno fa, è molto preparato e competente, ha fatto un grade lavoro in questi anni nonostante la sua giovane età. Gioca un bel calcio e non vedo l’ora di iniziare ad allenarmi con lui. Conosco anche altri componenti della squadra. Ho un’amicizia che mi lega a Marco Cabeccia da circa 13 anni, ho giocato con Nicolò Antonelli e Daniele Bianchi, conosco anche Pierpaolo Garau, mentre Paolo Palmas l’ho conosciuto in occasione della partita della Natzionale. Mi aspetto un campionato molto livellato, ma dipenderà sempre dal girone che andremo ad affrontare. Obiettivo finale? L’obiettivo è sempre quello di migliorarsi rispetto alla stagione passata, ma una cosa è certa: daremo il 110%".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Daniele Molino