Da domani a Cagliari i “Play the Games”

Tante sorprese e ospiti, testimonial di livello nazionale, e poi – ovviamente – sport, amicizia e inclusione. Cagliari la settimana scorsa è diventata città "olimpica" degli Special Olympics, ospitando i "Play the Games": nel weekend appena passato oltre 150 atleti nostrani e dei team Special Olympics provenienti dalla Calabria si sono cimentati nel nuoto.
Per presentare la seconda tappa dei “Play the Games” domani, giovedì 4 Luglio alle 10.00 nella sede del Comando Militare Esercito Sardegna, in via Principe Amedeo 48 a Cagliari, si terrà la conferenza stampa.
Da domani, infatti, fino a domenica 7 luglio saranno protagonisti 300 Atleti provenienti – ovviamente – dalla Sardegna, ma anche dal Piemonte e dalla Liguria nelle discipline delle Bocce e Calcio a 5 “Unified”, la disciplina che vede giocare insieme Atleti con e senza disabilità intellettiva.
A far da teatro della manifestazione saranno gli impianti del Cus Cagliari, a Sa Duchessa, e il Bocciodromo di via Darwin, sempre nel Capoluogo, grazie alla collaborazione con FIGC, FIB ed Msp Italia. Ma il clou della manifestazione si svolgerà venerdì 5 Luglio in via Roma alle 20.00, dove ci sarà la Cerimonia di apertura dei Giochi e dove saranno presenti, autorità e testimonial d'eccezione vicine al mondo di Special Olympics.
Sono infatti numerosi i volti noti che hanno voluto essere presenti a questa grande kermesse nazionale e che hanno aderito alla campagna “l'impegno non conosce diversità”:
NICOLO' BARELLA, JACOPO CULLIN, JOAO PEDRO, PAOLO TRUZZU, LUCA ARGENTERO, SERENA E ELGA ENARDU, STEFANO CURGIOLU, PAGO, FABRIZIO FONTANA, CAPITAN VENTOSA, CORRADO SORRENTINO, ANDREA PINNA DI LE PERLE DI PINNA, GUENDALINA CANESSA, CRISTIAN COCCO, ROBERTO ZORCOLO, MASSIMILIANO MEDDA, KARINA CASCELLA, GABRIELE COSSU e PINO CAMPAGNA.
I “Play the Games” di Cagliari saranno l'ultimo evento della stagione sportiva per Special Olympics Italia. Questa è l'ultimo di 28 eventi che hanno toccato tutto il territorio nazionale nell'anno dei giochi mondiali Special Olympics di Abu Dhabi, l'evento sportivo più grande in assoluto, e che hanno visto la partecipazione di 8 sardi.
La caratteristica di Special Olympics è quella di dare l'opportunità di gareggiare a tutte le persone con disabilità intellettiva in base al proprio livello di abilità. Infatti il giuramento dell'atleta è: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo