Giardini, aiuole e piazze di Sennori fioriscono con la cura dei cittadini

Cittadini e imprese di Sennori hanno risposto all’appello del Comune “Adotta uno spazio verde” e sono diventati tutori di giardini, aiuole e piazze che grazie alla loro cura e senso civico sono rifiorite. In cambio l’amministrazione comunale ha installato una targa con il nome della persona o della ditta che ha adottato lo spazio verde.

Al momento sono sei le aree adottate e abbellite dai privati: il giardino Domus de janas, assegnata alla cooperativa Sardegna Emergenza di Sennori; il giardino e il piazzale di via Leonardo da Vinci, adottato dall’associazione Avis Sezione di Sennori guidato dalla presidente, Maria Franca Muresu; la rotatoria della zona industriale, assegnata alla ditta Fratelli Gaspa-lavorazioni e produzioni in ferro; le aiuole di via Italia, adottate dalla Casa di artisti di Antonio e Ica; il giardino del Centro culturale, di cui si prende cura l’associazione Calarighe Sennori; il giardino di via Casu assegnato a Mario Ladinetti.

Tutte le aree adottate restano di uso pubblico e gli adottanti se ne prendono cura occupandosi della eventuale piantumazione e arredamento, manutenzione e pulizia, con terriccio e piante fornite dal Comune.

«È un’iniziativa molto importante che vuole coinvolgere e responsabilizzare i cittadini nella valorizzazione e cura del bene pubblico», spiega l’assessora al Verde, Decoro urbano e Ambiente, Antonella Piana. «Il bando per l’adozione delle aree urbane è sempre aperto e invitiamo tutti i sennoresi ad aderire a questa iniziativa in grado di contribuire a rendere Sennori più bello, accogliente e vivibile».





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo