Il 34°Ittiri Folk Festa "si presenta" all'Università di Sassari

Il quarto “acquisto” straniero è il Centro de Artes Montedearte di Manta, città dell'Ecuador. Un gruppo nato venti anni fa che rappresenta lo stato a cavallo dell'Equatore non solo nei festival sudamericani e nordamericani ma anche in Europa. La particolarità del Centro de artes Montedearte è che spazia in tutti i settori della cultura: non solo danza e musica, ma anche teatro e cinema, tradizioni, pittura, scultura, architettura, persino pedagogia e assistenza sociale. Un approccio completo per coinvolgere con progetti diversi le comunità del territorio.
Nella conferenza stampa in programma martedì 16 luglio alle ore 09:30 nella Sala Milella dell'Università di Sassari verranno svelati gli altri tre gruppi che si affiancano a quelli di Messico, Bolivia e Macedonia, per comporre i magnifici 7 stranieri. Ma all'edizione numero 34 di Ittiri Folk Festa partecipano anche un gruppo della Penisola italiana e naturalmente alcuni gruppi sardi, per un incontro di tradizioni che arricchisce culturalmente e umanamente.
La conferenza stampa illustrerà nel dettaglio il programma del festival internazionale organizzato dall'associazione Ittiri Cannedu che aprirà con l'anteprima ad Alghero il 18 luglio, si trasferirà a Ittiri dal 19 al 22 luglio per gli eventi principali e quindi chiuderà il 23 luglio a Thiesi.
Interverranno alla conferenza stampa di rpesentazione di ittiri Folk Festa il sindaco di Ittiri Antonio Sau, l'assessore comunale alla cultura e spettacolo Baingio Cuccu, il coordinatore delle iniziative culturali e scientifiche Giammario Demartis, il presidente dell'associazione Ittiri Cannedu Piero Simula, un rappresentante della Fondazione Alghero e Ottavio Nieddu della commissione Premio Zenias.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo