Sardegna. Trasporti pubblici e diritto allo studio: "L'80% non si tocca"

 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)
Pubblichiamo il comunicato pervenutoci dall'UDU Sassari - Unione degli universitari che insieme a Eureka – Rete degli Studenti Medi Cagliari e UniCa 2.0 – UDU Cagliari, ha partecipato a un incontro in regione sul tema delle agevolazioni tariffarie per gli studenti sui mezzi del trasporto pubblico.

Ieri mattina si è svolto un tavolo convocato dall'assessore regionale ai trasporti Giorgio Todde riguardo alla misura approvata nella scorsa legislatura che prevede uno sconto per gli studenti sugli abbonamenti del trasporto pubblico.
Ancor prima dell'inizio del confronto, l'assessorato ha dichiarato l'intenzione di rivedere le percentuali della scontistica, a causa dell'insufficenza delle risorse stanziate nella scorsa legge di bilancio (come, tra l'altro, noi stesse/i avevamo dichiarato lo scorso gennaio).
La nostra prima richiesta, di fronte alla volontà manifestata di modificare la misura, è stata quella di assicurarci, nella prossima legge di bilancio, uno stanziamento che consenta la copertura totale della misura (il cui costo è stimato intorno a 14 milioni e mezzo di euro, quattro milioni in più rispetto
all'attuale cifra stanziata).
A fronte dell'assenza di coperture, abbiamo fatto pressione affinché si mantenga lo sconto dell'80% per tutte le studentesse e tutti gli studenti sotto la soglia di 25.500 di ISEE, in modo da garantire che la fascia di popolazione studentesca interessata dalle misure di diritto allo studio non subisca danni derivanti dalla poca lungimiranza della precedente giunta e dalla mancanza di volontà politica di quella attuale.
Ci troviamo, a fronte di una misura già deliberata dalla giunta regionale, a dover ricordare come i trasporti siano inseriti per legge (d.lgs 68/2012) all'interno dei servizi che la Regione deve assicurare per poter garantire il diritto allo studio (i trasporti rientrano infatti tra i cosiddetti LEP – Livelli Essenziali delle Prestazioni).
Se vi è la necessità di correggere in itinere la manovra nelle sue modalità di attuazione, pensiamo infatti che sia inaccettabile che lo si faccia penalizzando proprio quelle fasce che necessitano di maggiori agevolazioni, e per cui ancora tanto deve essere fatto.
Inoltre, non possiamo che esprimere le nostre perplessità circa le modalità del confronto: la nostra richiesta di dati che ci consentissero un'analisi più tecnica degli effetti della manovra è rimasta inascoltata fino alla fine dell'incontro, mettendoci nelle condizioni di non poter elaborare una
proposta sufficientemente circostanziata.
Auspichiamo, infine, che questo sia solo il primo incontro promosso dall'assessorato, al fine di vedere garantito un confronto realmente costruttivo tra studenti e istituzioni, con il coinvolgimento costante ed effettivo delle realtà di rappresentanza studentesca; incluse quelle delle scuole superiori come Eureka, che da anni si occupano del tema dei trasporti e del diritto allo studio.

Eureka – Rete degli Studenti Medi Cagliari
UDU Sassari – Unione degli Universitari
UniCa 2.0 – UDU Cagliari

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)