Vendeva merce contraffatta: arrestato dalla Guardia di Finanza dopo una collutazione

Con l’avvento della stagione estiva e l’aumento della presenza di turisti in città e sui litorali, è stato opportunamente implementato il dispositivo di contrasto ai fenomeni illeciti, in particolare la vendita di prodotti contraffatti e l’abusivismo commerciale organizzato.
Nella serata di ieri, i Baschi Verdi della 2^Compagnia di Cagliari, nel corso di un servizio su strada in collaborazione con la Polizia Locale del Capoluogo, hanno tratto in arresto un cittadino senegalese, clandestino sul territorio nazionale, intento a vendere merce contraffatta.
L’extracomunitario si trovava in via Principe Amedeo, quando, alla vista dei Finanzieri, ha rapidamente abbandonato la merce esposta in vendita dandosi alla fuga.
Veniva però immediatamente raggiunto e fermato dai Baschi Verdi, ai quali, tuttavia, cercava di opporre decisa resistenza, tanto da ferire lievemente un militare che, a seguito della rapida colluttazione, ha riportato escoriazioni guaribili in 6 giorni.
A seguito del fermo i Finanzieri hanno eseguito anche una perquisizione domiciliare presso il domicilio del venditore ambulante a seguito della quale sono stati rinvenuti ulteriori prodotti con marchi contraffatti.
La merce, per un totale complessivo di 66 borse e portafogli, 39 occhiali da sole e 41 custodie - riportanti i più noti marchi di alta moda - è stata sottoposta a sequestro: nel corso della perquisizione sono state altresì rinvenute e sequestrate etichette metalliche del marchio Michael Kors, pronte per essere apposte su borse “neutre”.
Il soggetto, tratto pertanto in arresto per i reati di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, vendita di prodotti con marchi mendaci, resistenza e lesioni aggravate, è stato trattenuto in custodia ad esito del quale è stato disposto l’obbligo quotidiano della presentazione alla polizia giudiziaria e fissata la data del processo al prossimo 23 luglio.

L’attività si inserisce nella quotidiana e costante azione di controllo economico del territorio in un’ottica di contrasto ai traffici illeciti a tutela della sicurezza dei cittadini e della corretta concorrenza nel mercato, attività che, dall’inzio dell’anno ha condotto al sequestro di oltre 802.000 articoli contraffatti o non sicuri, all’irrogazione di sanzioni ammnistrative nei confronti di 45 soggetti ed alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di 43 individui, di cui 3 tratti in arresto.
Oltre a quello odierno, gli altri due fanno riferimento ad una circostanza dello scorso 2 giugno, allorquando due senegalesi sono stati arrestati per lesioni e resistenza ai militari delle Fiamme Gialle: in quell’occasione furono sequestrate 15.910 etichette contraffatte riconducibili a note griffes e 295 articoli parimenti falsi pronti per essere commercializzati.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo