INPS Nuoro. Manca e Fenu (M5S): "Rassicurazioni da Roma, nessun ridimensionamento della sede"

Il recentissimo piano di assunzioni, sul piano nazionale, di 967 unità nei ruoli del personale dell’INPS, con la mansione di “consulente protezione sociale” (area C, posizione economica C1), realizzato tramite concorso pubblico, ha visto le sedi territoriali della Sardegna beneficiare di oltre 60 nuovi assunti. Tra questi, tuttavia, nessuna unità è stata assegnata alla sede di Nuoro, nonostante un sostanziale decremento di personale fatto registrare nell’ultimo triennio. Alla luce di ciò, i criteri di assegnazione delle nuove unità di personale hanno sollevato comprensibili preoccupazioni nel territorio nuorese, dovute al timore che l’istituto potesse lentamente e progressivamente attuare un ridimensionamento della sede territoriale di Nuoro, preludio di un’eventuale soppressione. Per tali ragioni i portavoce del Movimento 5 Stelle Alberto Manca ed Emiliano Fenu non hanno esitato a chiedere informazioni direttamente a Roma, alla Direzione Generale dell’istituto, ricevendo opportune rassicurazioni: la mancata assegnazione di nuove risorse a Nuoro è dovuta esclusivamente al fatto che la sede INPS di Nuoro, seppur bisognosa, con riferimento ai carichi di lavoro riferiti al 31.12.2018 ed alle fuoriuscite proiettate fino a tutto il 2020 (criteri elaborati per l’assegnazione), presenta una situazione proporzionalmente meno critica rispetto alle altre sedi, sarde e non. Al contempo i Portavoce hanno ricevuto un’altra rassicurazione da parte della Direzione centrale:  appena l’Istituto potrà disporre delle ulteriori capacità assunzionali, già previste entro il 2020, interverrà per rafforzare la sede di Nuoro (e le altre nella medesima condizione), destinandovi nuove unità di personale. Dunque, non è in corso nessun ridimensionamento e tanto meno è in previsione nessuna ipotesi di soppressione. Resta comunque massimo il livello di attenzione sulla vicenda e sui futuri sviluppi, per cui i due Portavoce nuoresi hanno già previsto di fissare un incontro presso la Direzione Generale INPS, anche al fine di poter verificare il sistema di funzionamento del modello di calcolo seguito per la recente assegnazione del personale. Le interlocuzioni hanno coinvolto anche i vertici regionali dell’istituto, e proseguiranno con un incontro a Cagliari, presso la sede della Direzione Regionale, utile per approfondire ulteriormente i futuri programmi  dell’INPS nell’isola.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo