Sardegna. Notte di attentati: fatta saltare sede PD. A fuoco l'auto del sindaco di Cardedu

Notte di attentati  in Sardegna.
A Dorgali  sono stati fatti saltare in aria gli uffici della locale sezione del PD, sita nella centralissima Via Lamarmora. Si registrano gravi danni all'edificio. Sul luogo le forze dell'ordine con i Carabinieri impegnati nelle indagini.

Sempre nella notte, a Cardedu, in Ogliastra, è stata data alle fiamme l'auto del sindaco del comune, Matteo Piras, parcheggiata sotto la sua abitazione. L'auto è andata completamente distrutta. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Lanusei, mentre sono impegnati nelle indagini i Carabinieri della Compagnia di Jerzu.

Le reazioni unanimi di condanna arrivano da tutte le parti sociali, di seguito il commento del Presidente del Consiglio Regionale.

“Gli attentati messi a segno questa notte a Cardedu e a Dorgali sono atti non degni di una società civile”.
Esprime preoccupazione e ferma condanna, anche a nome dell’Assemblea, il presidente del Consiglio regionale Michele Pais.
“Sono preoccupato – ha detto il Presidente – per questi eventi criminali che ancora una volta generano allarme nella popolazione e in chi crede nel confronto democratico”.
Il Presidente ha espresso solidarietà in particolare  al sindaco di Cardedu Matteo Piras la cui auto è stata data alle fiamme: “Ancora una volta un amministratore è nel mirino degli attentatori. Il Consiglio regionale  respinge con forza ogni forma di violenza e ha piena fiducia nelle forze dell’ordine che stanno lavorando per fare luce sulla vicenda”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo