A Usini tre giorni per festeggiare i 21 anni del festival internazionale “A Manu Tenta”

Con la 21esima edizione del festival internazionale “A Manu tenta” organizzata dal gruppo folk San Giorgio di Usini coordinato dal presidente Gavino Piras, il paese apre le porte a tutta l’isola e non solo. Un evento, infatti, di fama nazionale ed internazionale che il gruppo folk tiene stretto per mano da ben 21 anni. Colori, musica, danze, abiti e tanta allegria popoleranno le vie principali del paese e piazza Europa nelle giornate del 9-10-11 agosto.
La prima serata intitolata “Rock & folk” sarà animata vero rock e musica etnica isolana con la partecipazione di: Jamina band, Autunno, Tremendi, TissiUsini, TNT e Sonos in Cumpanzia. Serata di grande festa, dunque, che per la seconda volta consecutiva farà da cornice all’evento principe del 10- 11 agosto.
Sabato10, infatti, si darà il via al festival internazionale con la sfilata alle ore 20 dei gruppi esteri: Spagna, Taiwan, Bolivia, Colombia, Repubblica Ceca e, immancabile tradizione sarda, il gruppo folk Ortachis di Bolotana e il gruppo folk pro loco di Uta.
Immancabile la nota di gusto con la Sagra degli Andarinos, organizzata dalla Pro loco di Usini che farà impazzire i palati con la degustazione della pasta tipica usinese fatta a mano.
“Inutile spiegare la fierezza e l’orgoglio che ripongo in questo festival e soprattutto nel mio gruppo folk San Giorgio. “A Manu tenta è proprio il titolo che più ci rispecchia. Ci teniamo, infatti, stretti per mano e anno dopo anno ci impegnamo per fare di questo evento un’eccellenza riconosciuta nel resto d’Italia. Cresciamo il festival come fosse un bambino ed insieme a lui cresciamo noi associazione e noi paese di Usini”. Ha detto Gavino Piras

Un mix di culture si dissolveranno creando un filo magico che tesserà un quadro di stoffa ricco di colori brillanti. Uno scambio interculturale all’insegna della crescita della visione mondana e della valorizzazione dei territori ponendo l’accento sulla comunità usinese.
A presentare la serata sarà Giuliano Marongiu che darà il via, alle 21.30, a musiche e danze locali e internazionali, seguendo un viaggio virtuale dei popoli.
Da sempre il bis, si ripeterà domenica 11 agosto ma con impronta religiosa. Alle 17.30, infatti, verrà celebrata la messa dei popoli cantata dal Coro Logudoro presso la Chiesa di Santa Maria Bambina. A seguire la parata per le vie che avranno il manto stradale dipinto dai bambini. Sfileranno i gruppi ospiti internazionali: Senegal, Bolivia, Spagna, Repubblica Ceca, Colombia, Taiwan ed il gruppo folk San Paolo di Monti. Novità del 21esimo compleanno sarà la partecipazione delle maschere sarde: Sos Corriolos di Neoneli. Mentre ospite d’onore alla serata delle 21.30 sarà Maria Luisa Congiu. In contemporanea “Wine Summer festival”, degustazione di vini pregiati nelle Cantine più rinomate accompagnati da piatti tipici tradizionali.
Insomma, tre giorni di festa che permetteranno di vivere realtà diverse attraverso un viaggio nel mondo della cultura.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo