Operazioni incrociate: le Fiamme Gialle scoprono evasione fiscale per oltre 2,6milioni di euro

Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Cagliari hanno concluso un controllo fiscale nei confronti di una società cagliaritana.
A conclusione delle attività ispettive è stato accertato un articolato sistema di evasione, realizzato tra imprese connesse tra loro, appartenenti al medesimo gruppo imprenditoriale.
Tale schema fraudolento veniva realizzato attraverso il ricorso ad operazioni simulate di cessioni di beni tra le società, usate per mascherare una complessa vendita di un intero ramo d’azienda: attraverso queste operazioni i responsabili delle aziende hanno celato omesse dichiarazioni di operazioni imponibili, indebite detrazioni dell’imposta sul valore aggiunto ed omessi versamenti dell’imposta di registro, riuscendo così a fruire, indebitamente, di vantaggi fiscali.
Il controllo fiscale eseguito ha consentito di appurare che l’impresa ispezionata ha occultato una base imponibile ai fini delle imposte sul reddito delle società per euro 515.460,00, ha omesso di versare l’I.V.A. per complessivi euro 893.400,39 e, inoltre, ha indebitamente detratto l’imposta sul valore aggiunto, dovuta alla contabilizzazione delle fatture relative alle operazioni commerciali simulate per complessivi euro 452.784,94, non provvedendo, infine, a versare le ritenute fiscali previste per complessivi euro 807.206,73.
Le risultanze dell’attività di controllo sono ora rimesse al vaglio dell’Agenzia delle Entrate.

L’operazione si inquadra in un più ampio quadro di intensificazione delle attività di polizia economico-finanziaria disposte dal Comando Provinciale di Cagliari a tutela degli interessi della collettività e conferma l’impegno quotidiano delle Fiamme Gialle nel territorio a tutela della legalità.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo