PUBBLIREDAZIONALE

Prestiti online con erogazione immediata sempre più richiesti

Può capitare di avere bisogno di liquidità in tempi rapidi per fare fronte a questioni urgenti e, ormai, la maggior parte delle banche e delle finanziarie erogano prestiti online con erogazione immediata, ossia con la possibilità di avere accreditata la somma in un massimo di 48 ore. Una volta presentata l’opportuna documentazione, si possono richiedere, generalmente, fino a 50 mila euro.
Tipologie di prestito online e vantaggi
Oltre ai rapidi tempi di erogazione, i prestiti online immediati, come sottolineato anche dagli esperti di prestitisbp.com,  hanno la peculiarità di essere concessi anche in caso di situazioni economiche irregolari. In caso di cattivi pagatori, l’istituto di credito potrà provvedere ai controlli necessari e richiedere la firma di un garante, ma decidere comunque di liquidare il denaro richiesto.
Esistono tipologie di prestiti veloci senza garanzie che possono essere concessi anche a chi non abbia busta paga, come i liberi professionisti o i disoccupati, ma gli importi sono nettamente inferiori, solitamente entro i 5 mila euro: tali prestiti, però, non sono previsti per chi abbia subito protesti. I cosiddetti prestiti cambializzati prevedono garanzie alternative, quali un garante, beni immobili liberi da ipoteche o busta paga. In sostanza, si firmano delle vere e proprie cambiali con tanto di bollo. In caso di mancato pagamento, la banca o la società finanziaria in questione possono rivalersi sui beni, pignorandoli.
I vantaggi di questo tipo di prestito sono riscontrabili nella somma richiedibile, che può arrivare a svariate decine di migliaia di euro e nella flessibilità delle rate. Il tasso è fisso e le rate possono essere rinegoziate o spostate, infine non è necessario specificare le motivazioni per cui si richiede il prestito, come accade per quelli finalizzati.
Cosa serve per richiedere un prestito online immediato
Per richiedere un prestito veloce, i documenti richiesti sono quelli classici: documento d’identità, codice fiscale, una bolletta riguardante un’utenza domestica quale luce o gas e una certificazione che attesti l’attuale situazione redditizia o l’ultima dichiarazione dei redditi. Ogni banca e istituto di credito, poi, si riserva di chiedere documentazione aggiuntiva a seconda delle necessità e del tipo di prestito erogato. In questi ultimi tempi è spesso possibile procedere anche attraverso i portali web dedicati, entrando nella propria area privata e allegando i documenti nel formato indicato.
Le rate
Come in ogni prestito, anche in quelli veloci le rate vengono decise a seconda di vari parametri, tra cui l’importo da erogare. La restituzione potrà essere più o meno diluita nel tempo e, in alcuni casi, anche rinegoziata. Vanno inoltre calcolati il TAN, ovvero il Tasso Annuo Nominale che si riferisce alla percentuale che spetta all’istituto di credito, e il TAEG, letteralmente Tasso Annuo Effettivo Globale, che include anche eventuali spese di procedura e assicurazioni integrate. Potrete simulare un prestito veloce anche online, nei portali dedicati e scegliere la soluzione che più vi conviene prima di inoltrare la richiesta ufficiale.
I migliori prestiti personali online con erogazione veloce
Sui diversi portali online è possibile fare un paragone fra le varie offerte che riguardano i prestiti personali veloci. Il consiglio, ovviamente, è quello di rivolgersi prima al proprio istituto di credito per avere la garanzia di un servizio agevolato e personalizzato, ma vale la pena valutare anche le altre alternative. Secondo PrestitiOnline.it, che mette a confronto le varie società creditizie del momento, Agos Ducato si piazza ai primi posti in classifica per quanto riguarda richieste di liquidità che vanno tra i 5 mila e i 20 mila euro, con rate tra i 75 e i 300 euro e TAEG che non supera il 7,43%. Anche il portale Facile.it offre un confronto aggiornato e indica, tra i migliori, la finanziaria Prestito Semplice che, a fronte di un prestito di 10 mila euro, offre una restituzione in 5 anni con TAN fisso al 4,25% e TAEG al 4,33%; in questo caso, la rata mensile è di circa 185 euro.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo