Stintino. Ombrelloni e lettini dal giorno prima: la Guardia Costiera "libera" La Pelosa

Un’importante operazione di polizia marittima è stata portata a termine dalla Guardia Costiera di Porto Torres ed ha consentito di restituire alla libera fruizione la parte di spiaggia non in concessione della Pelosa.
Gli appostamenti effettuati dai militari della Guardia Costiera, anche a seguito di esposti di privati cittadini, infatti, hanno evidenziato la “pratica” non legale di occupare già dalle prime ore del mattino porzioni di spiaggia libera con ombrelloni e sdraio che, contrariamente alla norma, invece di essere noleggiati su richiesta degli utenti, venivano già piazzati e ordinati per file, occupando di fatto il tratto di spiaggia interessato in assenza di un titolo concessorio.
Dopo gli accertamenti è scattata l’operazione che ha portato al sequestro, già convalidato dalla Procura di Sassari, delle attrezzature balneari utilizzate per l’occupazione della spiaggia libera.
Il Comandante della Capitaneria di porto turritana, Capitano di Fregata (CP) Emilio DEL SANTO, evidenzia che l’occupazione della spiaggia libera, oltre che un fastidioso malcostume, rappresenta un illecito che impedisce a tutti di poter usufruire liberamente delle nostre meravigliose spiagge.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo