PUBBLIREDAZIONALE

Passeggino che passione: come scegliere il migliore?

Il passeggino, uno degli accessori per l'infanzia più importanti mai creati, rappresenta per molti genitori una vera e proprie incognita. Del resto, sul mercato è possibile trovare una vasta gamma di modelli, il che può rendere la scelta alquanto complicata. Di norma, per effettuare una prima importante scrematura si parte con l'individuazione della tipologia più adatta alle proprie necessità, ma soprattutto a quelle del nascituro.
Di fatto, attualmente è possibile scegliere tra passeggini duo, trio, a 3 ruote, a 4 ruote, gemellari, leggeri e le carrozzine. Molto dipende se si vuole acquistare direttamente un prodotto in grado di seguire la crescita del bambino o se si vuole cambiare step by step. Presa questa prima importante decisione è bene cominciare a valutare le marche disponibili, in modo da capire quali sono le più valide e quali è meglio scartare.
Sicuramente, avere un passeggino chicco è una certezza. Tuttavia, non sono da sottovalutare i brand meno conosciuti, poiché possono rivelarsi estremamente validi. Un altro consiglio che vale la pena di tenere a mente è quello di fissare un budget di spesa il prima possibile, così da sapere cosa guardare e cosa tralasciare.
Considerazioni importanti da non trascurare
Molti genitori, quando si trovano alle prese con la scelta del passeggino, non si rendono conto che uno degli aspetti più importanti da considerare è il peso, poiché influisce sulla maneggevolezza. Del resto, non bisogna dimenticare che è facile dover guidare e chiudere questo apparecchio con una mano sola. Rilevanti, però, sono anche i materiali di costruzione, in quanto sono a contatto diretto con il bambino.
Per questa ragione devono essere atossici, ma anche resistenti, in modo da reggerne il peso del piccolo ed evitare rotture o pericolosi incidenti. Da non trascurare, però, sono anche gli accessori, poiché consentono ai passeggini di risultare più performanti. Tuttavia, non è necessario acquistare tutto subito, ma solo ciò che veramente serve, come l'ombrellino parasole e la tasca portaoggetti.
Dulcis in fundo: le ultime valutazioni necessarie
Quando si sceglie un passeggino per il proprio bambino, la valutazione della struttura è determinante. Questa deve essere robusta, ma anche in grado di flettersi, in modo da attutire eventuali urti o collisioni. Anche il sistema di chiusura deve essere efficace, ma soprattutto facile da utilizzare. Ciò vuol dire che non si deve inceppare facilmente e deve poter essere attivato anche con una sola mano.
Le possibilità sono certamente tante (a libro, ad ombrello, ecc.), basta trovare quella più adatta al proprio stile di vita. Infine, non rimane che ricordare che i passeggini devono garantire la massima sicurezza dei piccoli passeggeri. Ma come è possibile? Attraverso adeguati sistemi di ritenuta (cinture), freni perfettamente funzionanti ed imbottiture confortevoli e pensate per proteggere le parti più delicate dei bambini in caso di urti.
Quelle appena riportate possono sembrare delle banalità, ma si tratta, invece, di considerazioni importanti, poiché nella vita di tutti i giorni è possibile trovarsi in situazioni critiche anche quando si utilizza un passeggino. Dunque, è importante non trascurare nulla ed essere pronti ad intervenire al meglio.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo