PUBBLIREDAZIONALE

Scope elettriche: scegliere non è mai stato così facile!

Data la grande possibilità di scelta, non è difficile incappare in scope elettriche poco performanti. Per evitare di spendere soldi inutilmente, è importante imparare a riconoscere i modelli validi da quelli da scartare. Del resto, per riuscirci non è necessario avere molte informazioni. L'importante è avere quelle giuste.
Prima di addentrarsi nel mondo di questi elettrodomestici per la pulizia delle superfici domestiche, è indispensabile ricordare che non esiste la scopa elettrica perfetta, ma solo quella più adatta a far fronte alle proprie necessità. Tuttavia, è sempre meglio puntare alla qualità, che viene garantita, di norma, dai brand più importanti, che hanno dimostrato negli anni di essere affidabili.
Sei interessato all'acquisto di una scopa elettrica rowenta? Si tratta certamente di una scelta valida, poiché questo marchio ha avuto un grande successo proprio con la produzione e la distribuzione dei piccoli elettrodomestici. Detto ciò, partiamo con alcune considerazioni importanti, che possono fare la differenza in fase di scelta.
Scopa elettrica con o senza filo: questo è il dilemma!
Attualmente, molto utilizzate sono le scope elettriche con cavo, ovvero che devono essere collegate alla rete elettrica per funzionare, poiché garantiscono un'autonomia illimitata. Ciò è fondamentale soprattutto per coloro che devono fare i conti con abitazioni di grandi dimensioni. Il problema di questi apparecchi è che tendono ad essere poco maneggevoli, proprio a causa dell'impaccio del filo.
In alternativa, è possibile optare per modelli dotati di batteria, completamente privi di filo, che sono perfetti per chi è alla ricerca soprattutto della praticità. Tuttavia, se si sceglie questo tipo di soluzioni è importante tenere conto che la durata del lavoro è limitata.
Scopa elettrica con o senza sacco: scegliere non è semplice
Altro dilemma con cui si deve fare i conti quando si vuole acquistare una scopa elettrica, è il sistema di raccolta dello sporco. Infatti, in commercio è possibile trovare apparecchi con sacco, che assicurano una capienza elevata e la possibilità di non entrare in contatto con quanto aspirato, il che è positivo soprattutto per i soggetti allergici.
Tuttavia, i ricambi sono piuttosto costosi e possono pesare, a lungo andare, sul bilancio familiare. Di contro, esistono anche scope elettriche provviste di contenitore interno, in cui viene convogliato lo sporco aspirato dalle superfici. Si tratta certamente di un sistema ecologico ed economico, ma che richiede un'elevata manutenzione. Infatti, dopo ogni utilizzo, è necessario svuotare la vaschetta e lavarla accuratamente.
Il peso della scopa elettrica: un elemento da non sottovalutare
Le scope elettriche hanno un corpo snello e sono per lo più leggere. Tuttavia, esistono modelli ingombranti e pesanti. Si tratta di prodotti che risultano poco pratici, poiché tendono a limitare la maneggevolezza, un aspetto importante quando si devono effettuare le pulizie quotidiane di casa. Il bello della scopa elettrica, del resto, è proprio il fatto che sia facile da manovrare e che possa raggiungere anche gli angoli più difficili, evitando l'accumulo della polvere e dello sporco, impossibili da rimuovere con i tradizionali aspirapolvere.
L'importanza degli accessori: ecco quali sono i migliori
In fase di scelta di una scopa elettrica è bene considerare anche gli accessori, poiché sono quelli che permettono agli apparecchi di risultare più performanti ed efficaci. Particolare attenzione deve essere riservata alle spazzole, soprattutto se si possiedono superfici delicate o difficili da trattare. Infatti, esistono spazzole specifiche per il parquet, la moquette, i tappeti ed anche per gli imbottiti.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo