Parte da Mandas il "Festival della letteratura di viaggio D.H. Lawrence" 2019

Al via domani, giovedì 5 settembre, la dodicesima edizione del Festival della
Letteratura di viaggio D.H Lawrence.
Il programma della prima giornata si impreziosisce per la presenza della
Legambiente, rappresentata dal presidente del Comitato scientifico Vincenzo Tiana e da una delegazione composta da una ventina di persone, che salirà sul Trenino Verde in partenza da Mandas in direzione Isili alle 17.30, subito dopo l’inaugurazione.
Il viaggio sarà dedicato a Bruna Pillitu, una dirigente regionale dell’Associazine ambientalista, scomparsa un mese fa all’età di 56 anni, che sarà ricordata all’arrivo ad Isili attraverso una breve cerimonia di commemorazione.
Per 20 anni Bruna Pillitu ha coordinato tutto il settore delle escursioni e della
valorizzazione dei piccoli comuni. I componenti dell’Associazione la ricordano in una nota come «un’amica di talento che se ne è andata, lasciando un vuoto tra i suoi cari, il marito Vincenzo ed il figlio Alessandro, ma anche nel mondo ecologista, doloroso e lacerante. Un “Viaggio del cuore” - prosegue la nota - per ripercorre i luoghi della nostra dolce amica che è partita per sempre. Ma anche per continuare i suoi viaggi, con il suo approccio e il suo stile. Per lei e per noi – conclude- fare cultura è semplicemente il territorio che sa raccontare se stesso. E non è cultura effimera ma bellezza duratura e di pregio. Una sorta di galleria d’arte che si può ammirare al passaggio di un treno, a piedi o come si vuole».

PROGRAMMA
Dopo l’inaugurazione, prevista alle 17.30 a Mandas, la prima serata prosegue in località “Parco Asusa” a Isili, dove alle 18 la scrittrice Livy Former presenta il suo testo “Il ghiaccio nel cuore”, dialogando con Pina Orgiu.
Seguono alle 19 e alle 20, rispettivamente Giorgio Pellegrini con “Souvenirs di un soggiorno in Sardegna” e subito dopo Luca Liguori e Giancarlo Mazzucca con il loro “ 21 luglio 1969. Quel giorno sulla Luna”. Dialoga con gli autori Fabio Marcello.
Dopo la degustazione di prodotti enogastonomici, fiore all’occhiello del territorio, alle 21.30 chiude la prima giornata del Festival il reading-concerto proposto dal Teatro di Parole e musica con “Mare e Sardegna” di D.H.Lawrence e “Back to Sardinia” scritto a più mani e interpretato da Eleonora Giua e Daniel Dwerryhouse – Live Set Arrogalla.
Note:
«Molti viaggiatori vennero per raccontare la peculiarità, lo spirito di questi luoghi, che se non sono i più belli in assoluto, sono sicuramente unici. Li apprezzò Lawrence. Li apprezzò di più Vittorini o Carlo Levi. Ma sta a noi, agli amministratori, alle associazioni far sì che oggi, più di ieri, i territori, i paesi si sappiano mettere in scena, si facciano belli e lindi e sappiano raccontare se stessi, senza bisogno di orpelli esteriori. E sta a noi essere in questi “Viaggi del cuore” con la curiosità e l’emotività che la nostra cara amica ci ha insegnato».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo