Un successo la decima edizione del Festival “SardignAeras” a Ploaghe

Non poteva che essere variegata e straordinaria, anche più delle precedenti, la decima edizione del Festival “SardignAeras” di Ploaghe. Per il decennale di questa manifestazione, il Direttore artistico Piero Concu non si è risparmiato nell'allestire un programma articolato con artisti di notevole valore, sempre attento e abile nell'intrecciare le tante forme di canto che si sono alternate durante la serata, la cui conclusione è stata affidata a un ospite speciale quale Piero Marras. La sua intensa 'Mere Manna', nella versione piano e voce, ha echeggiato suggestivamente fra le mura seicentesche dell'ex Convento dei Cappuccini. Davanti a un pubblico più numeroso del solito, il Festival è andato in scena supportato dall'organizzazione de “Su Coro de Piaghe” e con la conduzione, puntuale e accattivante, di Tonino Sanna. Tradizione e innovazione, canto antico e contemporaneo, un viaggio nel tempo che soltanto la musica, sarda e non, è capace di offrire. Del resto, sono proprio queste le aspettative, sempre
ben corrisposte, del pubblico locale e anche dei tanti turisti che hanno potuto godere di una manifestazione dalla vocazione culturale. In fondo sta proprio qui il motivo per cui SardignAeras si è imposto, fin dalle prime edizioni, come uno degli appuntamenti più importanti e più seguiti
dell'isola. Dopo una breve introduzione del Coro di Ploaghe, diretto dal M° Concu, il Festival si è inoltrato con le sue proposte musicali: Gli eleganti Elva Lutza & Ester Formosa, l’omaggio a F. De Andrè offerto dai Crêuza de mä, il sempre maestoso Coro Gabriel di Tempio, i sassaresi Zeppara,
perfettamente inseriti nell’atmosfera della serata e il sorprendente, bravissimo organettista Vanni Masala dei Fantafolk. A chiudere con la solita grande classe Piero Marras. A ricordare l’attività svolta nei nove anni precedenti sono stati proiettati alcuni dei momenti più significativi e che hanno ben definito il cammino del festival.Come sempre SardignAeras è arricchito dall'esposizione delle opere di alcuni valenti artisti, quest’anno: Antonio Sanna di Ploaghe, Nicola Dessolis di Mamoiada con le sue “Lumeras”, Valeria Tola Ceramiche da Macomer, Atelier Duchessa di Sonia Flauto da Sassari e Valerio Pisano da Lanusei con i suoi bellissimi disegni prodotti con la penna Bic. L’anteprima musicale, Mercoledì 7 Agosto, durante la quale è stata inaugurata la fase espositiva, è stata affidata a Luca
Tilocca e Gian Maria Puledda con il progetto: "Dalla Sardegna alla Corsica - Isole Gemelle".  La partecipazione e il consenso del pubblico, per questo interessante connubio, sono stati notevoli. Infine, da rilevare vecchie e nuove sinergie: quella dell’amministrazione comunale di Ploaghe, per il prezioso contributo offerto ogni anno, e quella della Fondazione Maria Carta, una collaborazione quest'ultima attivata di recente, e che ha già dato notevoli risultati.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo