Sabato a Ploaghe Fabio Stassi presenta il suo ultimo libro “Con in bocca il sapore del mondo”

Sabato 21 settembre arriva a Ploaghe Fabio Stassi per presentare il suo ultimo libro “Con in bocca il sapore del mondo” (Minimum Fax), dove rende omaggio al Novecento e alla grande dimenticata del panorama letterario nazionale, la Poesia, con una coraggiosa avventura mimetica e fantastica, una sorta di "spoon river" dove fa parlare dieci grandi poeti in prima persona (fra cui Leopardi, Quasimodo, Montale, Palazzeschi, Campana e Alda Merini), dopo la morte e oltre la morte, da quel punto sospeso dello spazio e del tempo in cui sopravvive la voce di ogni poeta. Dieci monologhi appassionati e coinvolgenti, una dichiarazione d’amore, che sono lo sviluppo della serie di altrettante puntate scritte nel 2017 per il programma di Rai5 “L’attimo fuggente”. L'incontro, organizzato dall'associazione culturale Lìberos con il Comune di Ploaghe, fa parte del festival letterario diffuso Éntula e si terrà alle 19.00 all'interno dell'ex Convento seicentesco dei Cappuccini.  L'autore, fra i più amati, seguiti e premiati in Italia, sarà intervistato dallo scrittore Alessandro De Roma, modera il Delegato alla cultura del Comune di Ploaghe Giovanni Salis.
Fabio Stassi vive a Viterbo e lavora a Roma presso la Biblioteca di Studi Orientali della Sapienza. Ha esordito nel 2006 con “Fumisteria”, ambientato nella Sicilia degli anni Cinquanta con la strage di Portella della Ginestra sullo sfondo, con cui ha vinto il “Premio Vittorini opera prima 2007”. Con minimum fax ha pubblicato "È finito il nostro Carnevale" (2007), "La rivincita di Capablanca" (2008) e "Il libro dei personaggi letterari" (2015). Per Sellerio sono usciti "L’ultimo ballo di Charlot" (2012), "Come un respiro interrotto" (2014), "Fumisteria" (2015), "La lettrice scomparsa" (2016), "Angelica e le comete" (2017) e "Ogni coincidenza ha un'anima" (2018). Ha vinto numerosi premi, tra cui il Selezione Campiello, l’Alassio, il Vittorini Opera Prima, lo Sciascia, lo Scerbanenco, l’Arpino. Ha scritto dei testi per la cantante romana Pilar, con cui ha vinto nel 2005 il premio "L'isola che non c'era". È il curatore italiano di "Curarsi con i libri" e di "Crescere con i libri" di Ella Berthoud e Susan Elderkin (Sellerio 2016 e 2017).





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo