Pozzecco:"Una vittoria dedicata alla Sardegna"

“Sono davvero orgoglioso dei miei ragazzi, quella di stasera è stata una partita complessa: Venezia è una squadra fortissima, abituata a vincere e questo la rende davvero ostica. Faccio i complimenti alla Reyer, al suo allenatore che stimo e al club, hanno disputato una grande partita. Quando affronti una squadra con queste caratteristiche sai che un episodio come l’espulsione di Daye può essere un vantaggio ma anche uno svantaggio se causa nella squadra una reazione. Ho vissuto in campo, a stretto contatto con i miei ragazzi, tutta la partita e ho percepito materialmente che una delle caratteristiche principali di Venezia è l’avere giocatori tosti  psicologicamente, dei vincenti. Penso sinceramente che siano una grande squadra e credo che proprio il loro valore  metta in risalto la prestazione dei miei ragazzi. Noi oggi siamo partiti bene, portandoci con fluidità poi loro sono rientrati sfruttando al meglio le loro caratteristiche alternando i quintetti con intelligenza. I miei ragazzi sono stati bravi prima di tutto a giocare due overtime in due giorni, per questo faccio i miei complimenti a tutti perchè hanno veramente dato l'anima, giocando con intelligenza e leggendo le varie situazioni tattiche in campo adeguandosi. Sono davvero contento perché sono ragazzi che se lo meritano: abbiamo costruito una squadra dalla forte identità e spirito di sacrificio, volevamo che questi ragazzi sentissero il valore della maglia che indossano. Ogni giorno gli ripeto che giocare per la Sardegna è qualcosa di diverso, è importante per noi che capiscano dove sono capitati e credo che tutti -anche l’ultimo arrivato- lo stia realizzando. Per questa ragione vogliamo dedicare la vittoria della Supercoppa a tutta la Sardegna, a questa isola magnifica che abbiamo l’onore di rappresentare: lavoriamo per poter regalare a questo popolo la felicità e i successi che merita”


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo