Dal 26 al 29 settembre approda a Sassari la XXII edizione di Girovagando

Dall'emiciclo Garibaldi a piazza Santa Caterina, da largo Brigata Sassari a piazza Azuni, dai Giardini pubblici a piazza Duomo: approda a Sassari, dopo l'anteprima a Ploaghe e Bortigiadas, Girovagando, festival internazionale di arte in strada, in programma dal 26 al 29 settembre. Giunta alla XXII edizione, la manifestazione ideata e diretta da Theatre en vol e dall'Associazione Girovagando, quest'anno sceglie come claim “Convivenze, insurrezioni, resurrezioni”, ponendo l'accento sulla necessità di costruire una cittadinanza attiva, che sia capace di condividere le problematiche della città attraverso l'arte ma anche di attuare un'insurrezione poetica contro la realtà. Uno stimolo a sviluppare una visione alternativa, a osservare la città da una diversa prospettiva, credendo fortemente nella cultura come strumento di rigenerazione urbana. Patrocinato dal Comune di Sassari, Girovagando è realizzato grazie al contributo della Regione Sardegna e della Fondazione di Sardegna nell'ambito del progetto triennale “Casa delle culture diffusa”.

Il programma

Spettacoli urbani, mostre itineranti, laboratori scandiscono le quattro giornate di festival, accompagnate dall'allestimento nei negozi del centro storico del percorso fotografico “Habitat Immaginari – 30 Anni in Volo” che festeggia il trentennale di Theatre en vol, raccontandone la storia, dagli esordi a oggi.

Giovedì 26 settembre alle 18 la Royal Circus Ostrica, tocca, a bordo di un'APE, tutte le tappe del percorso fotografico, partendo dall'emiciclo Garibaldi per arrivare in piazza Sant’Antonio. Un viaggio musicale, quello dell'orchestra da strada di Circo Paniko, che va dal dixieland allo swing, dalla cumbia alla balcanica. Un omaggio sonoro ai negozianti che hanno scelto di ospitare l'esposizione. Parte alle 21 dall'emiciclo Garibaldi “Babel – Migrant Reloaded”, una parata musicale sulla convivenza multiculturale, caratterizzata dall'incontro tra la Funky Jazz Orkestra di Berchidda e il gruppo di percussionisti Afro Giembe, provenienti da Senegal, Gambia, Mali e Mozambico.

Diversi gli appuntamenti di venerdì 27 settembre. Alle 11 la marionetta Tattameo di Ndaipori Teatro incontra le bambine e i bambini della scuola di San Donato. “Tattameo on the road” è un'occasione di gioco e di ballo, per lasciare da parte la malinconia. Largo San Donato accoglie alle 18 lo spettacolo “Armoniciclo” di Theatre en vol, un viaggio di ricerca al suono di ritmi incalzanti che si svolge intorno a una macchina costruita con materiali di recupero. Alle 19 parte da largo Sant’Antonio lo spettacolo itinerante “Eretica” del Teatro Nucleo che tocca via Sant’Apollinare, via Santa Elisabetta, via Maddalenedda, via Seminario Vecchio, piazza Quadrato Frasso, via Quadrato Frasso, via Frigaglia, via Decimario per arrivare in piazza Duomo. Ispirato a testi di Giordano Bruno, Antonin Artaud, Vladimir Majakovski e Boris Vian, lo spettacolo, articolato in sette stazioni, conduce lo spettatore in un percorso metaforico attraverso il quale può scegliere cosa vedere, cosa ascoltare, in quale sogno o paura immergersi. La giornata si conclude in piazza Duomo, dove alle 21 va in scena “Ottavio Bottecchia, Vite in volata” di Abaco Teatro. Attingendo alle cronache, lo spettacolo narra la storia del ciclista friulano, campione degli anni Venti del secolo scorso, dipingendo parallelamente la storia d‘Italia.

Prendono il via alle ore 11 di sabato 28 settembre gli interventi teatrali itineranti di Teatro Nucleo, dal titolo “Domino in the street”. Si parte dall'emiciclo Garibaldi, si attraversano largo Brigata Sassari e piazza Castello per arrivare in piazza Azuni. Percorre le stesse strade partendo dai Giardini pubblici alle 11 “Tattameo on the road”, lo spettacolo di marionette di Ndaipori Teatro. I Giardini pubblici e piazza Azuni sono teatro di “Storie a Manovella” di Civi, sogni e poesie musicate con un organetto, in programma alle 11 e in replica alle 17. Alle 19 Theatre en vol aspetta il pubblico in piazza Castello per “Armoniciclo e Afro Giembe” e alle 21 il Teatro Nucleo invade piazza d'Italia con “Domino” ispirato a “1984” di Orwell, “Il mondo nuovo” di Huxley e “Il racconto dell'ancella” di Margaret Atwood. Danza, musica, video per porre l'accento sulla perdita della libertà di pensiero, sull’innalzarsi di nuovi muri e frontiere sociali, sulla poesia come strumento di salvezza, sulla rivolta come atto necessario.

Sono i Giardini pubblici di via Tavolara ad ospitare l'ultima giornata del festival, domenica 29 settembre. È dedicato al mito di Perseo “Nature Boy: il ragazzo della natura, tra mito e jazz” del Denise Gueye 4et, in programma alle 13.30. Alle 15.30 sono previsti gli interventi percussivi di “Afro Giembe”, alle 16 il teatro di marionette di strada di Ndaipori Teatro con “Su Mari Pintau”. Si continua alle 17 con le “Storie a manovella” di Civi, alle 18 con i “Suoni eretici” di Teatro Nucleo e alle 19 con la “Passeggiata a Mezz’Aria” di Theatre en vol, iniziativa di chiusura del festival.

Per l'intera giornata, dalle 11 alle 20, sono allestiti il mercato biologico e equosolidale, il mercato dell'artigianato creativo e sono in programma diversi laboratori. È dedicato al tema del volo il laboratorio pittorico “Arte in volo” guidato da Viviana Zanazzi e dedicato a bambine e bambini dai 4 ai 10 anni. Si costruiscono marionette con materiali di riciclo nel laboratorio “Riciclonette” di Ndaipori Teatro. Gli adulti possono invece cimentarsi nell'intreccio e nella creazione di piccoli oggetti con “Intrecciare Culture” di Sulayman Suwareh e nel racconto gestuale con “Storie con le ali” di Marta Pala. Per iscriversi ai laboratori, che prendono il via alle 11, è necessario mandare una mail a festivalgirovagando@gmail.com o telefonare ai numeri 3357105396 e 079230291.

È, inoltre, possibile partecipare al contest fotografico organizzato da Girovagando e Theatre en vol, realizzando una foto creativa o un selfie davanti a un manifesto del festival e postandola su Facebook o Instagram con il tag @theatreenvol. All'autrice o all'autore della foto con più like andrà in dono una copia in esclusiva del libro “30 Anni in Volo”, che racconta la storia della compagnia di teatro urbano.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo