Continuità marittima Sardegna. Federmar:"Anche noi vogliamo dire la nostra"

Il segretario generale di Federmar-Cisal Alessandro Pico - il sindacato di categoria più rappresentativo fra i marittimi Tirrenia, direttamente interessati alla questione della continuità territoriale, in quanto è la compagnia che oggi  garantisce il servizio - ha scritto al direttore generale delle Infrastrutture e dei Trasporti Mauro Coletta dopo le sue dichiarazioni in occasione dell'Euromed Convention, organizzata a Giardini Naxos dal gruppo armatoriale Grimaldi di Napoli, in merito alle modalità di elaborazione della nuova Convenzione per la continuità territoriale con la Sardegna, la Sicilia e le Isole Tremiti.

Pico, ironicamente, scrive a Coletta, che è stato fra i relatori della convention di Grimaldi: "Siamo certi che troverà, a breve, il tempo anche per noi", e chiede di essere ufficialmente informato delle notizie date dal direttore generale del ministero al convegno, offrendo la sua disponibilità come rappresentante dei lavoratori per "formulare controproposte relative all'occupazione che verrà investita in questo eventuale nuovo sistema di convenzione".
"Anche noi marittimi vogliamo dire la nostra" dichiara Pico, "visto che su questa partita si gioca anche una fetta del futuro di migliaia di persone".



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo