Il basket in classe: la Dinamo Sassari e Baz premiano gli studenti

 (foto: gentile concessione Dinamobasket.com )
(foto: gentile concessione Dinamobasket.com )
Ieri sera al PalaSerradimigni gran finale del progetto promosso dal main sponsor Banco di Sardegna, sugli spalti di piazzale Segni quasi 2000 ragazzi e ragazze delle scuole elementari e medie di Sassari e hinterland

Vivere un’esperienza unica, crescere ed imparare divertendosi grazie alla pallacanestro, avere la possibilità di fare tutto questo con i propri compagni di classe. E’ l’essenza del progetto “Il basket in classe”, nato da un’idea del Banco di Sardegna, in collaborazione con la Dinamo, il Comune di Sassari e l'Azienda Trasporti Pubblici. Elemento cardine la valorizzazione del rapporto con le scuole del territorio grazie anche allo sport, dopo averle già coinvolte con attività di cultura finanziaria e artistica.

Sono stati oltre quattromila gli studenti che nel corso della scorsa stagione hanno tifato per i giganti nelle gare casalinghe della Fiba Europe Cup vivendo, in prima fila, la straordinaria cavalcata europea di Jack Devecchi e compagni. Al progetto “Il basket in classe” era abbinato un concorso, che chiedeva ai partecipanti di raccontare con un elaborato la loro esperienza, che ieri ha visto la sua conclusione in un PalaSerradimigni gremito per le premiazioni e la serata finale. A presentare l’evento il comico-attore sassarese Marco “Baz” Bazzoni, special guest i giganti di coach Pozzecco che hanno premiato le classi vincitrici e gli autori dei lavori più belli.

Prima delle premiazioni la serata si è aperta con gli interventi di coloro che hanno reso possibile tutto questo, a partire dal presidente della Dinamo Stefano Sardara: “Onestamente mi aspettavo tanto entusiasmo dai ragazzi che sono il nostro futuro, volevamo insegnargli cosa fosse il basket e come tifare. Hanno superato gli esami a pieni voti dando la carica ai nostri ragazzi. Non credevo avremmo mai raddoppiato i numeri delle presenze, questo ci dà tanta energia per la prossima stagione. In Basketball Champions League confermeremo quest’iniziativa e non vediamo l'ora di iniziare con questa spinta extra dei nostri piccoli tifosi”, a seguire il direttore generale del Banco di Sardegna Giuseppe Cuccurese: “Siamo contenti di aver contribuito a fare spettacolo nello spettacolo: a quello dei giocatori in campo si è unito il tifo di questi incredibili spettatori. La buona riuscita del progetto ci ha fatto capire che questi ragazzi sono il futuro della Sardegna e, dall'entusiasmo che esprimono nel tifare una squadra che è l'orgoglio dell’isola, abbiamo speranze per il futuro”, l’Assessora comunale alla cultura, sport e attività educative Rosanna Arru:“I ragazzi hanno dimostrato il valore dello sport e del tifo positivo, hanno scatenato la loro creatività e siamo felici di aver dato il nostro contributo nella realizzazione di questo progetto”. Infine il ringraziamento del sindaco di Sassari Nanni Campus: “Sono qui per dimostrare l'affetto della città nei confronti della squadra e dello staff della Dinamo Sassari Banco di Sardegna, un ringraziamento speciale va al mail sponsor che sostiene questo bel progetto”.

Ad aggiudicarsi i premi la classe 3° A della Scuola Primaria Santa Maria di Sorso, la 4° A della Scuola Primaria di Via Bottego e la 5° A della Scuola Primaria di Via Cilea dell’Istituto Comprensivo Latte Dolce-Agro, le classi 4° A e 5° B del Canopoleno di Sassari. Premio speciale per Giuseppe Fiori, della 5° E di Li Punti, e Sofia Gardner, della 3° A di San Giuseppe, che hanno voluto personalmente mettere per iscritto le proprie emozioni.

Applausi e invasione di campo conclusiva per gli autografi e le foto di rito e l’appuntamento al PalaSerradimigni per la seconda edizione del progetto ormai alle porte. La nuova stagione europea comincerà tra meno di una settimana, mercoledì 16 ottobre, con il game1 di Basketball Champions League contro i lituani del Lietkabelis, per continuare a godere dello “spettacolo nello spettacolo”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: gentile concessione Dinamobasket.com )