Sassari: sala stampa, post partita di Dinamo Trieste

Sala stampa. Coach Eugenio Dalmasson, tecnico della Pallacanestro Trieste: “Sono molto contento per i miei giocatori, società e tifosi. Avevamo bisogno di maggiore fiducia e vincere a Sassari ci ripaga dei sacrifici e dell’impegno che ci stiamo mettendo. Per quanto concerne la partita sembrava che in ogni momento il Banco potesse chiuderla, ma noi siamo stati bravi a non mollare: se ti porti dietro l’avversario negli ultimi minuti rischi e Sassari non l’ha mai chiusa fino in fondo. Noi siamo stati bravi a restare li e non perdere fiducia. Torniamo a casa soddisfatti, useremo le energie che ci dà questa vittoria – al di là dei due punti- per lavorare in settimana”.

Il commento a caldo di coach Gianmarco Pozzecco: “Faccio i complimenti a Trieste e coach Dalmasson per la meritata vittoria, mi prendo totalmente le responsabilità di questa sconfitta perché avrei dovuto fare cose diverse. Non abbiamo mai trovato un quintetto che avesse l’efficacia offensiva e difensiva, ci dispiace perdere nella settimana in cui è nata la figlia di Pierre volevamo festeggiarlo e speriamo di farlo mercoledì. In alcuni momenti ci siamo affidati più al talento individuale che a quello della squadra: quando le cose vanno male il giocatore che vuole vincere tende a prendersi più responsabilità, io lo leggo come un fattore positivo in questo momento della stagione, siamo un po’ un cantiere aperto. Abbiamo anteposto il talento al gioco di squadra, ma i ragazzi hanno dimostrato fino alla fine di volerla vincere. Avevamo smania e fretta di chiudere il match, come succede quando arrivi da cinque vittorie di fila, ma in una giornata in cui non fai mai canestro diventa ancora più difficile. Oggi dentro l’area non siamo stati così abili: credo che però l’errore sia stata la preparazione della partita e me ne assumo le responsabilità”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo