La Dinamo Sassari con un super Pierre vince la prima in Basketball Champions League

Pierre (foto: gentile concessione Dinamobasket)
Pierre (foto: gentile concessione Dinamobasket)
È una prima carica di emozioni: al PalaSerradimigni il ritorno in Basketball Champions League si celebra con una sfida al cardiopalma decisa nei secondi finali. In una partita fatta di sorpassi e controsorpassi la Dinamo sciupa il +7 del 39’ e rimette la testa avanti con un monumentale Dyshawn Pierre, autore di una doppia doppia da 24 punti e 12 rimbalzi, in lunetta con soli 3’’ dalla fine.

Starting five biancoverde con Spissu, Bilan, Evans, Pierre e Vitali, Lietkabelis risponde con Brown, Sakic, Lekunas, Sajus e Dimsa. La formazione lituana apre le danze con un break di 5 punti, i padroni di casa si sbloccano con Bilan, Pierre ed Evans che firmano il sorpasso. Pierre ed Evans conducono il Banco, Maldunas riporta gli ospiti avanti. Buon impatto di Spissu sulla partita: il play sassarese è autore di 5 punti, rispondono Sakic e Lipkevicius. Sorokas mette a referto i primi punti in maglia Dinamo Banco di Sardegna: Pierre a cronometro fermo chiude il primo quarto 21 pari. È un super Dyshawn Pierre a trascinare i biancoverdi in avvio di seconda frazione: il giocatore canadese infila 9 punti nei primi 5’, portandosi per primo in doppia cifra tra i suoi. I lituani però restano a contatto con Lipkevicius dall’arco; Pierre continua la sua corsa ed è timeout Lietkabelis (30-28). 2+1 di Olujobi, Bilan glaciale dalla lunetta. Gioco da tre punti di Evans, canestro di Pierre che infila il diciassettesimo punto della sua sfida ed è 37-34. Vitali si iscrive a referto e alimenta il gap, Sakic accorcia con un 4-0 che chiude il primo tempo (39-38). Nel secondo tempo Lietkabelis rientra con un parziale di 7-1 che convince coach Pozzecco a chiamare minuto. Dopo aver toccato il -7 Pierre sblocca i giganti con 5 punti. Anche Jerrells e Sorokas si uniscono alla causa, i lituani provano a ricacciare il Banco indietro ma la coppia Evans-McLean riporta la parità. Il canestro a fil di sirena di McLean dice 57 pari al 30’. Maldunas e Sinovec portano gli ospiti in vantaggio, il Banco però non si arrende e trova in Evans energia e punti per riscrivere il -1.Botta e risposta tra Sakic e Jerrells. BIlan riscrive il -1 dopo i tre liberi concessi a Lekunas: la tripla di Jerrells riporta i giganti davanti con la bomba a 3’30’’ dalla fine. Anche Gentile punisce la difesa lituana dai 6,75 (73-68). Bilan allunga il break biancoverde di 10-0. Lekunas interrompe il parziale sassarese, ma Bilan firma il decimo punto personale. Quando inizia l’ultimo giro di cronometro il tabellone dice 77-72: il fallo sanzionato a Jerrells manda Lekunas in lunetta per 3 liberi. Il lituano non riporta gli ospiti a un solo possesso di distanza con 31’’. Persa sanguinosa del Banco, la tripla di Lipkevicius con 5’’ sul cronometro dice sorpasso Lietkabelis. Pierre si prende il fallo di Lipkevicius: il numero 21 non trema e firma il controsorpasso isolano. Con poco meno 3’’ la preghiera degli ospiti non arriva al ferro: vittoria sassarese. Al PalaSerradimigni finisce 79-78.

Dinamo Banco di Sardegna 79 – BC Lietkabelis 78

Parziali: 21-21; 18-17; 18-19; 22-21.

Progressivi: 21-21; 39-38; 57-57; 79-78.

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 5, McLean 4, Bilan 10, Bucarelli, Devecchi, Sorokas 5, Evans 14, Magro, Pierre 24, Gentile 5, Vitali 3, Jerrells 9. All. Gianmarco Pozzecco

BC Lietkabelis. Brown 10, Olujobi 6, Sakic 17, Sinovec 3, Lekunas 5, Lipkevicius 11, Maldunas 8, Sajus 9, Normantas 2, Dimsa7. All. Nenad Canak


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Pierre (foto: gentile concessione Dinamobasket)