Ploaghe. Terminati i lavori di riqualificazione stradale dell’ingresso Ploaghe-Chiaramonti

La sicurezza dei pedoni è un elemento su cui le amministrazioni comunali tendono ad investire molto nonostante le difficoltà di bilancio in cui versano i piccoli comuni della Sardegna. Negli ultimi anni anche il comune di Ploaghe ha, su questo versante, cercato di operare in modo da garantire, ove possibile, marciapiedi o percorsi protetti per assicurare l’incolumità dei pedoni. Per questo motivo, nei mesi scorsi, l’amministrazione comunale ha deciso di realizzare la sistemazione dell’ingresso sulla SP68 nel tratto Ploaghe-Chiaramonti, un tratto di strada di circa 70 metri totalmente privo di marciapiede su entrambi i lati tale da risultare pericoloso per gli abitanti della zona che avevano bisogno di recarsi verso il centro del paese e poco adeguato dal punto di vista del decoro urbano. I lavori, appena completati, hanno riguardato la costruzione dei marciapiedi realizzati con la posa di circa 250 metri quadri di pietra in basalto posati con la tecnica “opus incertum” e oltre 180 metri lineari di cordonate. Per impreziosire il progetto è stata inserita una pietra di benvenuto, scolpita dall’artista Franco Farina, che raffigura i candelieri (simbolo identitario di Ploaghe) e la chiesa di San Pietro. L’assessore ai lavori pubblici e alle manutenzioni Giammario Busellu non nasconde la propria soddisfazione: “Riteniamo che l’intervento sia estremamente importante per il nostro paese visto il traffico presente nel tratto della SP68. Grazie ai marciapiedi ora i pedoni potranno avere un ulteriore percorso di collegamento con le lottizzazioni dell’area e con la zona 167 rendendo il camminamento più sicuro”. Dello stesso avviso il sindaco Carlo Sotgiu che aggiunge: “ L’intervento risulta valido anche dal punto di vista del decoro urbano. La scelta di utilizzare pietre di basalto invece dei soliti pietrini in cemento manifesta la nostra volontà di garantire e migliorare continuamente il decoro del nostro paese. La presenza della scultura, inoltre, che fa il paio con quella posata nell’ingresso principale del paese, rappresenta una piccola ciliegina sulla torta di forte impatto visivo”.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo