Sardegna. Strutture balneari "amovibili": "stabili" per legge sino a fine 2020

Potranno rimanere montati fino al 31 dicembre 2020 tutti i ‘manufatti amovibili’ installati dai titolari delle concessioni demaniali marittime a uso turistico ricreativo. Lo prevede una modifica dell’ordinanza balneare per la Sardegna firmata ieri dall’assessorato regionale degli Enti locali in applicazione della normativa nazionale. Il posizionamento delle “strutture a servizio della balneazione” precedentemente era “ammesso senza limiti temporali nei litorali urbani”, mentre era consentito negli altri casi solo nel periodo compreso tra aprile e ottobre.

Il provvedimento si riferisce all’installazione di strutture amovibili, cioè “di manufatti leggeri, anche prefabbricati”, e di “roulotte, camper, case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili, a eccezione di quelli che siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee o siano ricompresi in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo