"Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia": prestigioso riconoscimento alla Brigata Sassari

La Brigata “Sassari” sarà protagonista anche a Napoli, città che quest'anno ospiterà le celebrazioni conclusive dedicate al 4 novembre.
All'importante celebrazione nel capoluogo partenopeo è atteso il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
A partire dalle 11.45 su via Francesco Caracciolo, nello splendido scenario del lungomare che si affaccia sul golfo di Napoli, si terrà una sfilata che vedrà impegnati oltre 500 militari di ogni forza armata (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri) e della Guardia di Finanza.
Alla sfilata prenderanno parte anche i gonfaloni delle amministrazioni locali, le Associazioni Combattentistiche e d'Arma, i decorati di Medaglia d'Oro al Valore Militare, i richiamati nel ruolo d'onore e gli atleti del Gruppo sportivo paralimpico della Difesa.
Momento solenne della celebrazione sarà la consegna delle onorificenze alle Bandiere di Guerra di alcune unità militari.
Tra esse sventolerà la Bandiera di Guerra del 151° reggimento fanteria della Brigata "Sassari" alla quale il Capo dello Stato consegnerà l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia.
"Con esse rendiamo merito idealmente a tutti i soldati, i marinai, gli avieri, i carabinieri e i finanzieri che, in questo stesso momento, con senso del dovere, stanno profondendo le loro migliori energie al servizio della nostra Patria e della Comunità Internazionale, in nome e per l’affermazione dei valori di pace, giustizia e libertà", aveva detto Mattarella nel suo intervento al Quirinale durante la cerimonia di consegna delle decorazioni dell'Ordine Militare d'Italia del 31 ottobre scorso.
Il decreto di concessione dell'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia alla Bandiera di Guerra del 151° reggimento fanteria "Sassari", firmato il 22 ottobre scorso, riporta la seguente motivazione:
"Prestigiosa unità che per oltre un decennio ha condotto molteplici attività di elevata valenza per la sicurezza e la stabilizzazione di territori caratterizzati da diffusa violenza interetnica e significativa minaccia terroristica. Nel solco delle più fulgide tradizioni della fanteria italiana, il 151°, costantemente animato da abnegazione e saldezza morale, ha dato prova di audacia e altissimo senso del dovere conducendo con magistrale perizia operazioni ad elevato rischio in contesti impervi quali l'Afghanistan, il Libano e l'Iraq. In questa ultima regione i fanti della Sassari, a presidio della strategica diga di Mosul, hanno dato ennesima prova di perizia e dedizione al dovere. Reggimento da sempre riconosciuto quale unità d'eccellenza della nostra fanteria, fedele al proprio motto "Sa vida pro sa patria", ha contribuito a dare lustro all'Esercito e all'Italia in ambito internazionale".
Afghanistan, Libano e Iraq, 2007 - 2018

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo