Sassari calcio Latte Dolce: pensando al Lanusei

Francesco Virdis (foto: Alessandro Sanna)
Francesco Virdis (foto: Alessandro Sanna)
Il Sassari calcio Latte Dolce non ha fretta, non ha assilli ma non ha tempo da perdere: il calendario delle ultime settimane regala ai sassaresi due trasferte made in Sardegna ma si gioca d'anticipo per cui all'orizzonte già incombe la nuova stra isolana con il Lanusei. Ancora un avversario sardo e ancora una trasferta per i biancocelesti reduci dal prezioso e convincente successo di Siniscola contro il Budoni. Un successo non scontato contro un avversario non facile maturato anche grazie alla straordinaria prestazione di Francesco Virdis, bomber che ha mandato a referto una tripletta e messo un importante sigillo sui tre punti conquistati. La classifica dice che la vetta, solitaria, è confermata. Il pareggio della Turris sposta ì'Ostiamare in posizione di prima delle inseguitrici. Nei prossimi turni interessanti incroci da classifica potrebbero dare indicazioni importanti. Ma c'è una partita da giocare. Il pensiero, ora, è rivolto solo e soltanto alla sfida d'Ogliastra.

Francesco Virdis, attaccante del Sassari calcio Latte Dolce: «La partita di Budoni è stata difficile, chi l'ha vista penso se ne sia accorto. Sempre in bilico, e loro hanno giocato un gran match. Bravi noi a contenerli ed a riuscire a segnare quattro gol in trasferta, che non è mai facile per nessuno. Il Budoni è squadra che non rispecchia il valore che ne dà la classifica in questo momento, meriterebbero qualche punto in più: hanno un bel gioco, hanno fatto vedere cose interessanti. Il risultato è dipeso da episodi importanti, che però abbiamo trasformati a nostro favore a coronamento di una bella prestazione di squadra. I miei gol? Il primo arriva su una palla alta in area che ho stoppato con il destro, mi sono girato e ho tirato di sinistro a incrociare; il secondo sugli sviluppi di un calcio d'angolo e spizzata di Giuseppe Nuvoli sul primo palo con me ad arrivare sul secondo e realizzare; sul terzo gol ancora Nuvoli tira dalla destra, il portiere para ma lascia lì la palla e io segno ancora sul secondo palo. Di triplette in realtà ne ho fatto solo un'altra in carriera – sorride -. Ho fatto tantissime doppiette ma questa è la seconda volta che mi capita di segnare tre gol in una sola gara: bellissima sensazione, se poi vale anche i tre punti allora tutto va ancora meglio, anzi è fondamentale. La mia esperienza biancoceleste sta andando molto bene, come si vede. Sono molto contento, penso ci potremo levare grandi soddisfazioni e spero le cose continuino come stanno andando. Il reparto offensivo? Siamo molto forti, abbiamo giocatori veramente bravi, tant'è che ogni tanto serve il turnover perché il pacchetto è molto competitivo e completo. E poi, fra i nostri due portieri Alessandro Lai e Pierpaolo Garau e l'intero reparto, siamo davvero forti anche in difesa: non è un caso, lo dicono anche i numeri ed è un nostro punto di forza. Sabato a Lanusei? Gara tostissima che vale doppia: andando lì e vincendo almeno per 24 ore daremmo un segnale importante alla classifica mettendo magari un po' di pressione alle inseguitrici. Gara che però è tutta da giocare con grane attenzione. Ripeto, sarà molto difficile. Quello di Lanusei è un campo dove raramente i padroni di casa cedono la posta. Una bella sfida, insomma, sicuramente stimolante».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Francesco Virdis (foto: Alessandro Sanna)