PORTO TORRES

Distribuzione degli alimenti agli indigenti, gli utenti diventano i primi volontari del servizio

Saranno gli stessi utenti in difficoltà, già beneficiari del servizio di distribuzione degli alimenti, a fornire un supporto pratico per aiutare altre persone indigenti di Porto Torres. È una delle grandi novità dell’iniziativa con finalità sociale avviata dal Comune insieme all’associazione Mirade, vincitrice del bando promosso dall’amministrazione. Questa mattina è stata inaugurata la sede destinata al servizio, in via delle Vigne 41: qui verranno distribuiti i pacchi con i generi di prima necessità e per l’igiene personale, il “pasto buono” frutto dell’accordo tra Mirade e Tirrenia e le eccedenze alimentari che la stessa associazione riceverà dal supermercato Conad.

Al taglio del nastro erano presenti il sindaco Sean Wheeler, l’assessora alle Politiche sociali, Rosella Nuvoli, la presidente di Mirade, Vittoria Sechi, e gli stessi utenti che supporteranno l’associazione durante la distribuzione. «Si tratta di una bellissima iniziativa – sottolinea il sindaco di Porto Torres – e tutti hanno fatto la loro parte: il Comune ha messo a disposizione uno stabile in disuso e predisposto tutte le procedure amministrative per la spesa dei fondi; l’associazione si è impegnata a rendere maggiormente funzionale la struttura per lo svolgimento del servizio; gli stessi utenti assistiti hanno dato la disponibilità a supportare l’associazione durante la distribuzione. È un modello virtuoso e siamo orgogliosi di averlo lanciato nel segno della condivisione con i cittadini, centrando un fondamentale obiettivo delle nostre linee programmatiche che fa il paio con la recente apertura del servizio di riparo notturno». Tra i servizi migliorativi previsti dalla convenzione c’è la distribuzione di vestiario e la formazione dei volontari: l’associazione Mirade, avvalendosi della collaborazione con l’associazione Zoe, svolgerà corsi di digitalizzazione per la catalogazione digitale degli utenti assistiti, corsi per la comunicazione, strumento importante durante l’attività di ricevimento, e la formazione per acquisire le nozioni sulla privacy. Previsto anche un corso di Hccp. Inoltre l’associazione Mirade distribuirà in via delle Vigne 41 il martedì, il mercoledì, il venerdì e il sabato, alle 11:30, i pasti già pronti e non venduti sulle navi Tirrenia che coprono ogni giorno la tratta Genova-Porto Torres e i prodotti ortofrutticoli, latticini, salumi, pane in eccedenza che riceverà dal supermercato Conad. «In città si è messo in moto un meccanismo equo e trasparente per l’esercizio dell’assistenza. Abbiamo cominciato qualche anno fa con l’introduzione del voucher elettronico – aggiunge l’assessora Rosella Nuvoli – che ci ha permesso di verificare la corretta spesa dei fondi comunali erogati agli utenti e continuiamo ora con questo servizio che ci consentirà di tracciare e ottimizzare l’utilizzo delle risorse. Sarà così supportata la rete di sostegno che può contare anche sull’attività che viene svolta dalle due Caritas parrocchiali, da Anteas e dalle Vincenziane, tutte associazioni che collaborano con altri supermercati in città. Per quanto riguarda il nostro servizio di distribuzione, gli uffici del settore Politiche sociali faranno una valutazione tecnica sulla base del numero dei componenti del nucleo familiare e delle forme di assistenza già ricevute. Poi comunicheranno direttamente con Mirade, la quale potrà provvedere alla distribuzione dei kit nei quattro pomeriggi a settimana destinati alla consegna degli alimenti».


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo