La Sardegna in Cina con la Cooperativa lattiero-casearia Arborea

C’è anche la cooperativa lattiero-casearia Arborea, insieme ai più grandi gruppi industriali italiani, a rappresentare l’Italia alla seconda edizione del CIIE (China International Import Expo) in corso in questi giorni a Shanghai. L’azienda sarda, una delle realtà leader del latte a livello nazionale, fa parte della delegazione delle circa 90 imprese tricolore selezionate dalla Fondazione Italia Cina a rappresentare il made in Italy nel Paese più popolato al mondo. Nella metropoli cinese il primo gruppo lattiero caseario della Sardegna porta i suoi marchi Arborea e Fattorie Girau (ovicaprino) e l’intera gamma dei suoi prodotti, tra cui il latte Uht, la panna da montare, mascarpone, la linea senza lattosio, il formaggio Gran Campidano e le basi per il gelato.

IN CINA MOMENTO D’ORO PER IL LATTE ITALIANO. “Per il latte italiano in Cina – spiega Francesco Casula, direttore generale del gruppo Arborea – questo potrebbe essere un momento d’oro con la guerra dei dazi che frena lo sbarco dei prodotti statunitensi”.

OPERATIVA SOCIETÀ “ARBOREA TRADING SHANGHAI”. A Shanghai, Arborea è arrivata lo scorso febbraio dopo alcuni anni di analisi del mercato in cui l’azienda è sbarcata in altri Paesi asiatici come la Corea del Sud, le Filippine, il Vietnam, la Malesia e in altre grandi metropoli. In Cina il canale migliore di vendita per l’azienda sarda è quello on line, soprattutto i portali specializzati in cui la cooperativa sarda è già operativa con “Arborea Trading Shanghai”, società di commercializzazione controllata al 100% dal gruppo. L’obiettivo è vendere i prodotti a Pechino e in altre grandi città dove c’è un crescente interesse sull’alimento latte e i suoi derivati. Panna, burro, mascarpone e latte sono i prodotti più richiesti, grazie anche alla fama del tiramisù e alla riscoperta del burro nel dolciario all’estero.

IL CIIE. Giunto alla seconda edizione, il Ciie è promosso dal ministero del Commercio cinese (Mofcom) e dalla Municipalità di Shanghai, ospita le aziende straniere interessate a presentare i propri prodotti e servizi in Cina e si pone l’obiettivo di fornire nuove occasioni di business a Paesi e regioni di tutto il mondo, rafforzare la cooperazione e promuovere lo sviluppo dell’economia globale. Nel 2018 al Ciie hanno partecipato 150 Paesi e 3617 espositori, con la possibilità di presentare i loro prodotti e servizi a 600.000 operatori. (CHARTABIANCA) red

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo