Sorpreso a spacciare a un minore: arrestato in flagranza dalle Fiamme Gialle

Continua senza sosta l’attività del Comando Provinciale di Cagliari finalizzata al contrasto dello spaccio e della diffusione di sostanze stupefacenti nel capoluogo sardo, un fenomeno la cui diffusione non riguarda più soltanto alcune zone del territorio (periferiche o degradate) o particolari orari (ore serali o notturne), ma che vede il proprio manifestarsi anche durante il giorno e nelle zone centrali e principali delle città.
Difatti, nella giornata di ieri, a metà mattina, i Baschi Verdi della 2^ Compagnia Cagliari hanno tratto in arresto un trentenne di origine senegalese, senza fissa dimora, colto in flagranza nell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.
Transitando in via Roma nell’esecuzione di uno dei servizi di presidio e controllo economico del territorio, i Finanzieri hanno notato, nei parcheggi del controviale di via Roma a Cagliari, dei movimenti sospetti tra un soggetto di colore ed un ragazzino, riconducibili, a prima vista, ad una cessione di sostanza stupefacente.
I Baschi Verdi sono quindi immediatamente intervenuti, fermando sia l’acquirente, un ragazzo minorenne residente nell’hinterland, sia lo spacciatore.
I militari hanno pertanto accertato la vendita di una dose al minore e il possesso di ulteriore stupefacente da parte dell'uomo.
Il soggetto, gravato da numerosi e peraltro recenti precedenti specifici per spaccio di droga, è stato tratto in arresto per il reato di cui all’art. 73 del DPR 309 del 1990 e tradotto alla casa circondariale di Uta; il minore acquirente è stato invece segnalato alla locale Prefettura.

Questa attività si inserisce nella lunga lista di risultati in materia di contrasto alla diffusione ed allo spaccio di sostanze stupefacenti conseguenti la costante ed incisiva presenza della Fiamme Gialle nel cagliaritano: nello specifico settore, dall’inizio dell’anno, lo sforzo operativo dei Finanzieri, attraverso il quotidiano servizio sul territorio, l’effettuazione di complesse ed articolate indagini volte a individuare e reprimere i canali di alimentazione delle sostanze stupefacenti, e la collaborazione – in particolare quella delle unità cinofile – alle altre Forze di Polizia parimenti impegnate al contrasto del fenomeno, ha complessivamente condotto alla segnalazione alla Prefettura di 284 soggetti (di cui 37 minori), alla denuncia alla Autorità Giudiziaria di 69 persone (di cui una minorenne), all’arresto di 45 spacciatori ed al sequestro di 18,1 kg di cocaina, 6,6 kg di marijuana, 21,7 kg di hashish, 6 kg di eroina e 88 spinelli.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo