Cagliari. Scoperta dalla GdF evasione fiscale per oltre 294mila euro

Continua l’attività di contrasto all’evasione fiscale condotta dagli uomini della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Cagliari.

Nelle ultime ore, gli investigatori del Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria del capoluogo hanno concluso un’attività ispettiva condotta nei confronti di una società operante nel settore industriale con sede operativa nell’iglesiente.

Il target, come da consolidata prassi operativa, è stato selezionato sulla scorta delle risultanze emerse dalla quotidiana attività di controllo economico del territorio, le quali, valorizzate tramite l’incrocio delle informazioni censite nei database centralizzati, restituiscono indicizzazioni puntuali sui soggetti economici, evidenziandone gli aspetti di variegata pericolosità fiscale.

In tale ambito, l’azione dei Finanzieri è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi fiscali previsti dalla vigente normativa in tema di imposte dirette ed imposta sul valore aggiunto.

L’attività ispettiva, che ha quindi preso in esame la contabilità dei due soggetti economici verificati rapportata con quanto da questi riportato nelle dichiarazioni dei redditi, ha consentito di acclarare, per gli anni dal 2016 al 2017, elementi positivi di reddito non dichiarati per 294.300 euro, somme derivanti da proventi straordinari.

Nel corso delle attività ispettive è inoltre emerso che la società, non avendo ottemperato alla registrazione di due contratti di finanziamento nei confronti di aziende alla stessa collegate, ha omesso di versare un’imposta di registro pari a 37.500 euro.

Le attività su descritte si inquadrano in un più ampio quadro di intensificazione delle attività di polizia economica - finanziaria disposte dal Comando Provinciale di Cagliari a tutela degli interessi della collettività - condizione indispensabile per il raggiungimento dell’equità sociale - e conferma l’impegno quotidiano delle fiamme gialle nel territorio a tutela della legalità sotto ogni veste.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo