Sorso, martedì Abbanoa procederà con le attività di sezionamento delle reti idriche cittadine

Martedì 26 novembre 2019 i tecnici di Abbanoa procederanno con le attività di sezionamento delle reti idriche cittadine. Nello specifico, saranno installate nuove saracinesche e valvole elettroniche in quattro snodi fondamentali che consentiranno di effettuare il monitoraggio e la gestione delle portate e delle pressioni in tutto il sistema idrico cittadino. I lavori rientrano nel piano di ingegnerizzazione delle reti idriche “Reti intelligenti”: Sorso, infatti, è tra i primi trenta Comuni della Sardegna dove si sta portando avanti il progetto che mira a una drastica riduzione delle perdite proprio con l’installazione di nuove apparecchiature all’avanguardia per gestire portate e pressioni. Per eseguire i lavori programmati martedì sarà necessario sospendere l’erogazione idrica in tutto il centro abitato dalle 8 alle 18.

Il paradigma invertito. La strategia di Abbanoa prevede un cambiamento radicale del tradizionale – e il più delle volte inefficace- paradigma di intervento sulle reti: non si può pensare di sostituire sistematicamente tutte le tubazioni con risorse infinite; si devono piuttosto concentrare gli sforzi per rendere intelligenti le reti esistenti agendo sulle cause che generano le dispersioni, e per far questo occorre promuovere il connubio tra l'adozione di semplici pratiche di regolazione/gestione e tecnologia e strumenti evoluti, anche innovativi. La metodologia sviluppata da Abbanoa è stata già considerata una buona pratica a livello internazionale. I risultati conseguiti nel comune di Oliena – dimezzamento delle perdite idriche – sono stati infatti citati sulla stampa britannica, in un lungo articolo pubblicato sul Telegraph, come esempio da seguire.

Gli interventi. Il processo di ingegnerizzazione si svolge a partire da un'indagine sulla rete ammalorata con installazione di misuratori portatili per l'esecuzione di prove idrauliche diurne e notturne e con ispezioni mirate per la localizzazione delle perdite. A tale fase segue la diagnosi, ovvero la definizione delle criticità e delle cause di malfunzionamento della rete, con successivi rilasci di prescrizioni sempre più evolute e dettagliate per le soluzioni tecniche ottimali da adottare, tra le svariate combinazioni possibili, al fine di efficientare la rete dal punto di vista idraulico, energetico e gestionale. Gli interventi gestionali e strutturali, tipicamente di natura speditiva, si inseriscono in questo processo sempre continuativamente e progressivamente.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo