Come richiedere una carta prepagata Yap

Avere una carta prepagata a proprio nome può rendere più semplice fare acquisti, sia nei punti vendita fisici, sia nei negozi online. Con la carta prepagata si ha il vantaggio di poter ricaricare quanto si desidera e di spendere solo quello che si ha sulla carta, senza il rischio di contrarre dei debiti.
Una delle migliori carte prepagate disponibili in Italia è la Yap, che è riuscita ad attrarre numerosi clienti, anche grazie ai bonus speciali offerti a tutti coloro che decidono di richiederne una. Per maggiori informazioni su questa carta si consiglia di leggere l’approfondimento al link https://www.chescelta.it/carta-prepagata-yap/.

Carta prepagata Yap: come si richiede?

La carta prepagata Yap ha avuto successo anche perché è semplice da richiedere. L’intera procedura può essere eseguita online, scaricando l’applicazione ufficiale attraverso la quale creare il proprio account e chiedere l’emissione della prepagata.
La registrazione richiede pochi minuti e grazie alla procedura guidata non sarà difficile da portare a termine. I clienti titolari di questa carta hanno spiegato nelle loro recensioni che la registrazione veloce è uno dei punti di forza di questa prepagata virtuale.
Per portare a termine la registrazione bisognerà inserire i propri dati anagrafici, insieme al codice fiscale e ad un numero di telefono (si consiglia di utilizzare quello dello smartphone su cui è stata installata l’app). A completamento del profilo, viene richiesta anche una foto, che dovrebbe essere preferibilmente uno scatto recente.
La prepagata Yap è una carta virtuale, il che significa che potrà essere utilizzata attraverso l’applicazione. Gli acquisti sono possibili sia nei negozi virtuali, sia nei punti vendita fisici, non si dovranno temere limitazioni di alcun tipo.

Carta Yap per minorenni: è possibile richiederla?

La carta prepagata Yap può essere richiesta anche dai minorenni e può quindi diventare uno dei primi strumenti finanziari in loro possesso.
La procedura di richiesta è simile a quella descritta in precedenza, l’unica differenza è che sarà richiesta la firma del genitore, che dovrà dunque dare il consenso affinché il figlio minorenne possa diventare intestatario di una carta prepagata.
Con questa carta disponibile sul loro smartphone, i minorenni potranno gestire con semplicità i loro risparmi, effettuare pagamenti online ed offline, inviare in pochi secondi denaro agli amici iscritti a Yap e ricevere denaro dai genitori.

Quanto costa questa carta prepagata?

La carta prepagata Yap virtuale è del tutto gratuita. I clienti possono registrarsi a costo zero tramite l’app, non devono sostenere dei canoni mensili e possono fare pagamenti gratuiti, inviando a costo zero anche somme di denaro ai loro contatti con una carta Yap.
La società dà ai clienti anche la possibilità di inserire il loro indirizzo per ricevere a casa la carta Yap fisica. In questo caso il costo di emissione è di 9,95 euro, spesa da sostenere una sola volta, perché dopo l’emissione anche la carta fisica non avrà canoni mensili.
La carta fisica aggiunge il limite di prelievo – fissato a 250 euro al giorno – ed i costi per il prelievo, che sono di 1 euro per tutti i prelievi in euro e di 4 euro per i prelievi effettuati in paesi che non hanno l’euro come valuta corrente.
Sia la ricarica della carta, sia tutti i pagamenti effettuati con essa sono gratuiti. Yap non richiede alcuna commissione quando si versa denaro sulla carta prepagata e non chiede neanche delle commissioni al momento di pagare con questa carta.
Potrebbero invece essere applicati dei costi da coloro che effettueranno il servizio di ricarica, ad esempio la banca potrebbe applicare un costo per il bonifico – la carta Yap è dotata di IBAN – e Sisal applica un costo fisso per la ricarica in contanti.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo