Domani a Ploaghe la presentazione del libro-reportage della viaggiatrice Giannina Fara

Domani alle ore 19, nel salone del Centro Sociale di Via Pietro Salis, a Ploaghe, si terrà la presentazione del libro/reportage "Conoscendo il Mondo - una persona alla volta" (Ed. EtaBeta 2019) della viaggiatrice Giannina Fara. Con l'autrice dialogherà Giovanni Salis, delegato alla cultura del Comune di Ploaghe.
Durante l'incontro verrà proiettata una selezione dei tanti scatti fatti dall'autrice durante i suoi tanti e lunghi viaggi in giro per il mondo e sarà possibile acquistare il libro di cui una parte dei proventi della vendita saranno devoluti a una organizzazione umanitaria.
L'evento fa parte del ricco calendario del "Nadale in Piaghe" organizzata dall'amministrazione comunale con la collaborazione della Pro Loco e delle associazioni locali, che si terrà dal 14 dicembre al 6 gennaio.
"Per la stessa ragione del viaggio: viaggiare" diceva Fabrizio De Andrè. Per Giannina Fara viaggiare vuol dire scoprire sé stessi attraverso lo sguardo delle persone che si incontrano. Conoscendo il mondo una persona alla volta racconta proprio questo spirito del viaggio, attraverso un libro-racconto che è testimonianza di profumi, sapori e colori dei viaggi che l'autrice stessa ha compiuto.
Un libro che, grazie ad esperienze fondamentali come quella insieme a Madre Teresa di Calcutta, racchiude un messaggio importante per questi tempi difficili di muri e disuguaglianze: racconta che non esiste alcun merito nell’essere nati nella parte “giusta” del pianeta, che non esistono razze, che non esistono differenze, ma esiste solo l’essere umano.
Giannina nasce per caso a Ploaghe, in Sardegna, ed è una cittadina del mondo, una viandante dei tempi moderni che con le sue peregrinazioni ha visitato oltre 60 paesi nei quattro continenti, viaggiando spesso da sola e prediligendo la conoscenza di culture lontane che hanno antiche radici e un pizzico di mistero, unendo in un unico sguardo la vera umanità che lo popola. In un grande girotondo, Giannina ha intrecciato le mani di uomini e donne, ha guardato negli occhi bambini e ha sorriso e pianto, pianto e gioito in un unico respiro con tutti loro.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo