A Ploaghe una giornata di memoria per ricordare Giuseppe Solinas

Il prossimo 22 dicembre sarà un'intera giornata dedicata alla memoria di Giuseppe Solinas, lo sfortunato macchinista scomparso a soli 49 anni a causa del deragliamento del proprio treno. Era la mattina del 19 dicembre 2009 quando un enorme masso, franato sui binari della ferrovia che da Sassari porta verso Chilivani, ha causato lo schianto del treno condotto dal povero macchinista ploaghese causandone la morte. Una tragedia che scosse la comunità di Ploaghe che non hai mai smesso di ricordare la figura di un uomo così conosciuto e ben voluto in paese. A dieci anni di distanza dalla tragedia, l'amministrazione comunale ha voluto ricordare il proprio concittadino con una serie di iniziative di commemorazione, con l’ abbraccio dell’intera cittadinanza, stretta ancora di più ai familiari in occasione del santo Natale. Il momento per certi versi più significativo si svolgerà  in loc. Stazione ferroviaria. Alle 9 del mattino,  alla presenza di parenti, amici, amministratori comunali e della banda musicale, verrà svelata e benedetta la targa di intitolazione della strada che oggi conduce alla stazione e che diventerà appunto “Via Giuseppe Solinas”. Successivamente, a partire dalle ore 10 00, si terrà presso il campo Cabiggiosu un quadrangolare di calcio organizzato dalla Pro loco ploaghese al quale parteciperanno le vecchie glorie del Ploaghe e della Torres, gli Amatori di Alghero e la rappresentativa del Dopolavoro Ferroviario. A battere il calcio d'inizio del torneo saranno i nipotini dello sfortunato macchinista accompagnati dagli altri familiari. Alle 16, presso l'ex Convento dei Cappuccini, sarà il momento della consegna del “Premio Giuseppe Solinas per lo sport”, un riconoscimento in ambito sportivo istituito dall'amministrazione comunale che verrà consegnato agli atleti locali che si siano maggiormente distinti nel corso dell'anno precedente o per la propria carriera. Durante la premiazione la figura di Solinas, grande appassionato di calcio (era dirigente della squadra del Ploaghe) e dello sport in generale, verrà raccontata, dai parenti, dagli amici e da chiunque voglia dare il proprio contributo per ricordare un uomo che ha perduto la vita mentre svolgeva orgogliosamente il proprio lavoro.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo