Alghero, arrestato un 53enne accusato dell'omicidio e occultamento di cadavere della convivente

Nelle prime ore di questa mattina il Pubblico Ministero di Sassari ha proceduto al fermo di un 53enne accusato di omidicio, occultamento di cadavere, furto e indebito utilizzo di carta bancomat ai danni di una donna di 50 anni, sua convivente. Dopo l'interrogatorio, durato diverse ore e alla presenza del suo difensore, l'uomo avrebbe ammesso dopo numerose contestazioni degli elementi di prova a suo carico, che la donna si sarebbe suicidata il 6 dicembre e che lui ne avrebbe occultato il cadavere in una campagna nei pressi di Alghero. Il corpo della donna è stato ritrovato poco dopo dai Carabinieri di Alghero. Nonostante le sue dichiarazioni l'uomo è stato ritenuto responsabile per quanto accaduto ed è stato accompagnato presso la casa circondariale di Sassari in attesa del procedimeto di convalida davanti al GIP. Sono in corso da parte del RIS Carabinieri di Cagliari gli accertamenti sul luogo del ritrovamento del cadavere e sul luogo del presunto suicidio nonchè l'esame del medico-legale sulle cause del decesso sul corpo della vittima.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo