Circolo Sassarese Fratelli d’Italia "Implementare la sicurezza all'interno del pronto soccorso"

Riportiamo le dichiarazioni del Circolo Sassarese Fratelli d’Italia “Folgore” riguardo il tema della sicurezza all'interno delle strutture ospedaliere sassaresi

"Come rendere più sicuro il servizio di pronto soccorso dell’ospedale Sassarese Santissima Annunziata? Potenziare il servizio di vigilanza e sicurezza presso il “triage” del pronto soccorso è una priorità assoluta!
Il tema della sicurezza rimane centrale nell’agenda dei lavori del Circolo Sassarese Fratelli d’Italia “Folgore” in quanto strategico e trasversale, passando dalla necessità di rendere sicure determinate zone della Città come la parte bassa del centro storico, già oggetto di nostro comunicato, alla sicurezza sovente mancante presso siti sensibili che erogano nel territorio servizi fondamentali per i Cittadini. E quale struttura pubblica è più sensibile e bisognosa di sicurezza del Servizio di pronto soccorso dell’ospedale Sassarese Santissima Annunziata? Le cronache
cittadine già da parecchio tempo ci raccontano episodi di aggressioni fisiche e verbali da parte di pazienti violenti a danno degli operatori sanitari e degli addetti (pochi) alla sicurezza all’interno del c.d. “triage” del pronto soccorso.
Nell’appena trascorso 2019 nel solo Servizio di Pronto soccorso si sono registrate 15 aggressioni verbali e 5 fisiche nei confronti del personale sanitario in servizio, senza considerare gli ulteriori episodi di aggressione fisica e verbale accorsi nelle corsie dei reparti di degenza del “Santissima Annunziata” come nello scorso Ottobre in cui ad avere la peggio fu un medico, malmenato in reparto da un paziente collerico che non voleva essere dimesso dalla struttura. E’ da registrarsi apprezzabile oltrechè doverosa la presa di posizione della Direzione strategica dell’AOU di Sassari che a riguardo e con svariati appelli, alle Autorità e alla Cittadinanza, incoraggiava ad isolare i violenti e a porre fine alle aggressioni che però
ahiNoi ciclicamente si ripetono. Ricordiamo come all’interno della struttura ospedaliera sia anche presente un presidio di polizia che risulta però in servizio fino alle 19:00 non garantendo così una copertura h24 e soprattutto nelle ore notturne, più sensibili a problemi di ordine pubblico ed intrusioni da parte di persone non autorizzate. Ordine e sicurezza pubblica nel corso delle 24 ore attualmente assicurati all’interno del “triage” del
servizio di pronto soccorso da un’unica guardia giurata. Avete capito bene!! un'unica persona a gestire situazioni complesse, lunghe code nelle aree di emergenza, tensioni palpabili e snervanti dati i tempi di attesa
fisiologicamente lunghi a fronte di una latente carenza di personale addetto. L’unica soluzione possibile quando vi è mancanza di sicurezza rimane sempre investire sulla sicurezza! Il Circolo Sassarese Fratelli d’Italia “Folgore” ritiene dunque sia necessario adoperarsi ulteriormente sul tema della sicurezza all’interno delle strutture sanitarie e sul Servizio di Pronto Soccorso in primis, implementando all’interno del triage il numero delle guardie giurate in servizio h24 con una seconda unità di personale addetto.
E’ necessario altresì potenziare la vigilanza e la sicurezza su tutta la struttura ospedaliera, spesso accessibile da varchi lasciati aperti a tutte le ore comprese quelle notturne, dove qualsiasi balordo o malintenzionato potrebbe introdursi facilmente all’interno della stessa, come capitato in passato presso il c.d. “Palazzo rosa”: sito molto sensibile al cui interno si trovano nell’ordine un bancomat, una farmacia ospedaliera, il laboratorio analisi, casse ticket e macchinette eroganti snack e bevande che negli orari notturni vengono sovente scassinate. Da Cittadini vogliamo Tutti un servizio sanitario di qualità per la Nostra Città e questo vuol dire anche fruirne in tutta sicurezza! Così da mettere il personale sanitario nella condizione di adempiere al meglio al loro dovere, per il bene di chi soffre e di chi deve provvedervi."


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo