Vacanza in Sardegna: quando andare, come arrivare e dove soggiornare

La Sardegna è un’isola incredibile e non a caso è una delle mete turistiche più amate dagli italiani, che nel periodo estivo scelgono proprio questo angolo di Paradiso per le proprie vacanze. L’unico problema della Sardegna è che se non si presta attenzione rischia di rivelarsi una meta davvero molto costosa: tra viaggio e soggiorno infatti la spesa da mettere in preventivo non è sempre alla portata di tutti. Con qualche piccola accortezza però si può risparmiare anche su questa bellissima isola, quindi non è detto che si debba rinunciare a priori ad una vacanza da queste parti.
Oggi vi diamo alcuni consigli per organizzare al meglio il vostro soggiorno in Sardegna e trascorrere una vacanza davvero indimenticabile, senza problemi o imprevisti di alcun tipo.
Quando andare in Sardegna: periodo migliore
La Sardegna dà il meglio di sé nel periodo estivo e questo non serviva nemmeno specificarlo, ma è bene sapere che non tutti i mesi sono proprio l’ideale per una vacanza sull’isola. A luglio ed agosto infatti questa meta viene letteralmente presa d’assalto dai turisti, che ne affollano le spiagge, i ristoranti, gli alberghi e via dicendo. Se volete trascorrere una vacanza in tranquillità, evitando di dovervi svegliare all’alba nella speranza di potervi accaparrare un posticino sotto l’ombrellone, vi conviene dunque evitare i mesi di alta stagione. Tra l’altro, in questo periodo anche i prezzi salgono alle stelle. Se ne avete la possibilità, prenotate la vostra vacanza in giugno oppure nella prima metà di settembre: potrete vivere appieno il fascino dell’isola e stare più tranquilli.
Come arrivare il Sardegna: aereo o traghetto?
Per raggiungere l’isola avete due possibilità: prendere l’aereo oppure imbarcarvi su un traghetto. Quest’ultima è l’alternativa sicuramente migliore, perché si trovano spesso molte più offerte vantaggiose e potete portare con voi la vostra auto. Il traghetto Civitavecchia Olbia è quello che compie più attraversate, ma potete partire da molti altri porti italiani: non c’è che l’imbarazzo della scelta. Imbarcare l’auto è un vantaggio non da poco, perché in Sardegna è indispensabile avere un mezzo di trasporto con il quale girare e poter esplorare le varie calette che si snodano lungo la costa.
In aereo invece non avete questa possibilità e siete quindi costretti a noleggiare un’auto in loco. I prezzi sono piuttosto alti, quindi valutate bene perché nella maggior parte dei casi conviene di gran lunga viaggiare in traghetto.
Dove soggiornare in Sardegna
Siete ancora indecisi sulla zona della Sardegna in cui soggiornare? Sicuramente la Costa Smeralda è la più turistica ma anche la più bella e ricca di servizi. Se approdate ad Olbia potete raggiungerla facilmente e in breve tempo, ma considerate anche che l’isola merita di essere girata. Prenotare un hotel o un villaggio in Costa Smeralda significa spendere di più e non sempre ne vale la pena, proprio perché in tutti i casi dovreste prendere l’auto per esplorare la Sardegna. Se quindi volete risparmiare, potete anche scegliere di soggiornare un po’ fuori dai maggiori centri turistici: sarà comunque una vacanza straordinaria e non avrete grossi problemi negli spostamenti.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo