Ploaghe. La scuola delle nuove generazioni, nuovi arredi e nuovi investimenti

Nuovi arredi e nuovi colori per la scuola di Ploaghe. Nelle scorse settimane infatti, grazie al finanziamento pari a 95mila euro del progetto regionale Iscol@, sono stati installati, nelle classi selezionate dall’istituto, i nuovi arredi innovativi ed inclusivi. Si tratta di una prima tranche in attesa che venga stanziato, sempre dalla regione, il secondo finanziamento in grado di completare la sostituzione in tutte le classi. La scuola di Ploaghe, peraltro, aderisce alla rete “Scuola senza zaino”, un metodo innovativo che di basa su tre principi fondamentali: ospitalità, responsabilità e comunità e che richiedono un ambiente didattico specifico. Un'attività che nasce dalla consapevolezza che  la società negli ultimi anni è totalmente cambiata e con essa il mondo della scuola. In questo scenario, l’ambiente fisico di apprendimento, assume di fatto, il ruolo di “terzo educatore”. Da qui la necessità di realizzare ambienti di apprendimento in grado di supportare una varietà di operazioni diversificate sfruttando la flessibilità degli arredi e la mobilità dei dispositivi tecnologici. I nuovi arredi, di conseguenza, rispondono a questa esigenza e si coniugano con i vari investimenti fatti negli ultimi anni sugli edifici scolastici, che sono valsi oltre 600mila euro, suddivisi sui tre edifici della scuola per l'infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Presto inoltre partirà il cantiere che prevede la realizzazione di impianti fotovoltaici sugli edifici scolastici per oltre 20 kW con sistemi di accumulo e gestione intelligente dei consumi grazie ad un programma di efficientamento che ha come obiettivi la riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti nonché quello di essere percepito dagli studenti come esempio positivo in grado di alimentare la “coscienza ecologica” dei ragazzi.A questi investimenti si sta per aggiungere un ulteriore intervento attualmente in fase di progettazione, del valore di 75mila euro, che prevede, oltre a alcuni interventi edilizi, la realizzazione della nuova cucina che possa consentire la produzione dei pasti in loco per la mensa.
 


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo