Scoperta dalla GdF di Cagliari un'evasione fiscale di 470mila euro

Nell’ambito dell’attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle della Tenenza di Sanluri hanno concluso una verifica fiscale nei confronti di una ditta individuale di Serramanna operante nel settore degli autotrasporti.

Grazie all’ausilio delle banche dati in uso al Corpo ed a mirati riscontri sul territorio, con particolare riferimento ai controlli sui beni viaggianti su strada, i Finanzieri hanno individuato l’azienda in questione che, pur svolgendo regolarmente la propria attività, non adempiva all’obbligo della presentazione delle dichiarazioni fiscali ai fini delle imposte sul reddito e dell’I.V.A., qualificandosi quindi come evasore totale.

È stato quindi possibile riscontrare il volume di affari effettivamente realizzato, attraverso il conteggio delle fatture fiscali che il titolare dell’impresa regolarmente emetteva ma che non annotava in contabilità.

La verifica, che ha quindi consentito di rilevare l’omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, dell’I.V.A. per le annualità dal 2014 al 2018, ha portato a constatare l’occultamento di ricavi per complessivi 469.950 euro con una con seguente evasione dell’imposta sul valore aggiunto per 103.384 euro.

L’analisi della documentazione utilizzata per effettuare la verifica fiscale, ha inoltre condotto i Finanzieri a constatare che il titolare dell’azienda aveva altresì evitato di versare all’Erario ritenute d’acconto pari a 2.066 euro operate sulle retribuzioni corrisposte al personale dipendente.

L’intervento si inserisce nel più ampio ed articolato dispositivo della Guardia di Finanza finalizzato al contrasto dell’evasione fiscale, fenomeno che produce effetti negativi per l’economia, danneggia le risorse economiche dello Stato ed accresce il carico fiscale per i cittadini onesti.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo