GdF e Agenzia delle Dogane sequestrano all'Aeroporto di Alghero prodotti alimentari non tracciabili

Nell’ambito dei controlli volti a contrastare i traffici illeciti, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Sassari, in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale dell’Aeroporto “Riviera del Corallo” di Alghero, hanno sequestrato, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Alghero, circa 15 chili di prodotti alimentari e vegetali di vario tipo, sprovvisti di certificato fitosanitario che ne attesti l’origine e la specie.
I prodotti alimentari, non identificabili in quanto privi di etichetta, sono stati rinvenuti all’interno del bagaglio a mano di un passeggero di nazionalità bengalese, proveniente dalla Repubblica del Bangladesh, via Roma Fiumicino.
Il sequestro si inquadra nel costante dispositivo di prevenzione posto in essere dall’Agenzia Dogane e Monopoli e dalla Guardia di Finanza presso gli spazi doganali, al fine di evitare l’introduzione e la diffusione nella Comunità di microorganismi pericolosi, ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs. 214/2005 e in attuazione della Direttiva 2002/89/CE.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo